Marchisio: “Il campionato inglese è quello che seguo maggiormente e che mi ispira “

Marchisio: “Il campionato inglese è quello che seguo maggiormente e che mi ispira “

Claudio Marchisio ha parlato all’agenzia lapresse partendo dall’infortunio: “E’ stata una stagione iniziata con un infortunio, ma che è andata sempre più in crescendo. Ora sto bene”, passando poi al momento: “Siamo vicinissimi a due traguardi, ma ci vogliono ancora delle prestazioni importanti per arrivare a questi due obiettivi”. Sulla…

Claudio Marchisio ha parlato all’agenzia lapresse partendo dall’infortunio: “E’ stata una stagione iniziata con un infortunio, ma che è andata sempre più in crescendo. Ora sto bene”, passando poi al momento: “Siamo vicinissimi a due traguardi, ma ci vogliono ancora delle prestazioni importanti per arrivare a questi due obiettivi”.

 

 

 

 

Sulla gara con il Benfica: “Il gol fatto fuori casa ci dà oltre a tante opportunità per passare il turno anche tanta fiducia in noi stessi perché, ripeto, credo la squadra abbia fatto in la sua miglior partita in trasferta in Europa quest’anno (…) le italiane in Europa trovano sempre difficoltà, ma io non ricordo in passato squadre italiane che hanno dominato il gioco schiacciando le avversarie europee. (…)C’è forse un po’ troppo pessimismo verso il nostro calcio”.

 

La lotta alla Roma: “In campionato la Roma non molla niente ma anche noi facciamo altrettanto. Nell’ultimo periodo giochiamo sempre dopo di loro: è un botta e risposta che si ripete, ma manca ancora qualche passo importante”.

 

Il ruolo: “In questi anni ho cambiato spesso ruolo: da esterno in un centrocampo a quattro, da seconda punta anche con mister Conte quando magari c’è bisogno, soprattutto a fine partita, di un centrocampista in più. Comunque, a parte il mio ruolo di mezzala, quello che mi piace di più è proprio davanti alla difesa”.

 

Estero: “Il campionato inglese è quello che seguo maggiormente e che mi ispira di più come tipologia di calcio, i molti italiani che sono andati a giocare in Premier, pur essendo innamorati e interessati al calcio inglese, hanno sempre fatto fatica. Quindi non è facile”.

Tevez: “Tevez e Llorente che sono arrivati da campionati come Liga, Premier e Bundesliga, hanno detto che non se lo aspettavano così difficile e che insegna molto”.

 

Tuttojuve.com

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy