MALMOE – Hareide: “Juventus, conoscerai la bolgia del Malmö Stadion”

MALMOE – Hareide: “Juventus, conoscerai la bolgia del Malmö Stadion”

TORINO – Tutto esaurito lo stadio del Malmoe, tutto pronto per scatenare l’inferno. E’ l’arma in più nella quale confidano gli svedesi che nella conferenza stampa del mattino hanno lanciato proclami spavaldi per la partita di domani. «Non partiamo assolutamente battuti», spiega l’allenatore Age Hareide. «Sarà completamente diverso da Torino»,…

TORINO – Tutto esaurito lo stadio del Malmoe, tutto pronto per scatenare l’inferno. E’ l’arma in più nella quale confidano gli svedesi che nella conferenza stampa del mattino hanno lanciato proclami spavaldi per la partita di domani. «Non partiamo assolutamente battuti», spiega l’allenatore Age Hareide. «Sarà completamente diverso da Torino», ribadisce l’attaccante Magnus Eriksson: «Perché qui avremo i nostri tifosi e domani sera capiranno cosa significa. Siamo molto fiduciosi, nel nostro stadio ci sentiamo più forti e la Juventus non ci spaventa».

 

TEVEZ – Il tecnico aggiunge: «Tevez? Nessuna marcatura particolare. E’ forte, lo sappiamo, ma se dovessimo studiare una marcatura per ognuna delle stelle juventine finiremmo per snaturare completamente il nostro gioco. Siamo in casa e siamo orgogliosi di esserlo. Giocheremo come sappiamo».

DIFFIDE – Eriksson è meno baldanzoso quando gli chiedono se la diffida lo condizionerà: «Non ci penso troppo. Non devo essere condizionato, anche se userò la testa per non perdere la partita contro l’Olympiacos». Anche perché il Malmoe non si sente assolutamente eliminato e sta studiando un’incredibile rimonta nelle ultime due gare, non fosse altro per agguantare una qualificazione in Europa League. «E’ la stagione più importante della mia vita – spiega Hareide – è una favola, soprattutto per il rapporto con i tifosi e il rapporto con il Malmoe».

RITMO – C’è poi il problema di una stagione finita da due settimane per il Malmoe, ma Hareide non è preoccupato: «La Juventus potrebbe avere più ritmo, ma noi ci siamo allenati e c’è stata anche una pausa internazionale. No, non siamo preoccupati».(tuttosport.com)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy