Lutto in casa Juventus, se n’è andato Sentimenti IV

Lutto in casa Juventus, se n’è andato Sentimenti IV

Alla bella età di 94 anni se n’è andato Lucidio “Cochi” Sentimenti, storico portiere della Juventus degli anni’40 e quartogenito di una famiglia tra le più “prolifiche del calcio italiano. Ben cinque i fratelli Sentimenti che si affacciarono, con varie fortune, al calcio professionistico: in ordine di anzianità, Ennio, Arnaldo,…

Alla bella età di 94 anni se n’è andato Lucidio “Cochi” Sentimenti, storico portiere della Juventus degli anni’40 e quartogenito di una famiglia tra le più “prolifiche del calcio italiano. Ben cinque i fratelli Sentimenti che si affacciarono, con varie fortune, al calcio professionistico: in ordine di anzianità, Ennio, Arnaldo, Vittorio, Lucidio appunto e Primo, che in realtà era il più giovane di tutti.

Portiere di grande affidabilità, occupò con la qualità delle sue prestazioni un posto speciale nel cuore dei tifosi bianconeri, anche se tutto questo non trovò poi conferma nè nel palmares nè in Nazionale. In sette anni di bianconero dal 1942 al 1949 non vinse infatti neanche uno Scudetto, pagando il fatto di aver vissuto al tempo del Grande Torino pigliatutto. Questo fatto, insieme allo scoppio della Seconda Guerra Mondiale, gli impedì di far parte della Nazionale con la regolarità che avrebbe meritato.

 

 

 

Gli restò la soddisfazione di aver interrotto il monopolio del Grande Torino almeno in Nazionale, visto che l’11 maggio 1947 in un Italia-Ungheria 3-2 fu l’unico giocatore azzurro non proveniente dal club granata. Un record – quello dell'”ItalToro” mai più eguagliato.

La caratteristica principale di Sentimenti IV era quella di saperci fare piuttosto bene con i piedi, fatto totalmente inusuale per quel periodo. Non solo giocò qualche partita schierato all’ala, ma riuscì a segnare ben 5 goal in serie A, tutti su calcio di rigore: uno con il Modena, uno con la Juventus e tre con la Lazio, dove giocò nella seconda parte della sua carriera.

La Juventus gli ha tributato un commosso omaggio sul sito ufficiale, ripetendo le parole spese per lui in occasione della collocazione della stella a suo nome nello Juventus Stadium: “Testimone della nostra storia, un nome che tutti quanti abbiamo sentito: è bello che questo campo nasca con il suo sorriso a centrocampo. Una leggenda juventina e una leggenda del calcio in tutto il mondo”.

 

Goal.com

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy