LIVORNO vs JUVE Per la salvezza e per il primato

LIVORNO vs JUVE Per la salvezza e per il primato

TORINO – La Juventus fa visita al Livorno allo Stadio Picchi nell’incontro valevole per il 13° turno del campionato di Serie A con l’obiettivo di scavalcare almeno momentaneamente la Roma impegnata domani sera nel posticipo dell’ Olimpico contro il Cagliari e per allungare ulteriormente sul Napoli, sconfitto ieri sera al…

TORINO – La Juventus fa visita al Livorno allo Stadio Picchi nell’incontro valevole per il 13° turno del campionato di Serie A con l’obiettivo di scavalcare almeno momentaneamente la Roma impegnata domani sera nel posticipo dell’ Olimpico contro il Cagliari e per allungare ulteriormente sul Napoli, sconfitto ieri sera al San Paolo dal Parma grazie ad una rete di Cassano. Antonio Conte, costretto a fronteggiare un’ emergenza che gli ha permesso di convocare solo 18 giocatori, dovrà reinventarsi il reparto arretrato, orfano di Bonucci, Ogbonna, Barzagli e Lichtsteiner. La squadra toscana, allenata da Davide Nicola, è a quota 12 punti e, dopo un buon avvio di stagione, adesso ha tre sole lunghezze di vantaggio dall’ultimo posto (attualmente occupato da Chievo, Sampdoria e Catania).

Ciò nonostante, la sfida in terra toscana è da prendere con le molle per la Vecchia Signora: i granata, infatti, in casa hanno perso in due sole circostanze quest’anno; alla prima di campionato contro la Roma e il 20 ottobre scorso contro la Sampdoria al termine di un match deciso all’ultimo respiro da un rigore di Pozzi. I padroni di casa, però, dovranno fare a meno del loro trascinatore in campo, l’attaccante italo-brasiliano Paulinho, autore di cinque delle 13 reti messe a segno complessivamente dalla squadra. L’attacco sarà dunque tutto sulle spalle dello svizzero Innocent Emeghara: l’ex Siena, dopo l’ottima parentesi dell’anno scorso a Siena, in questa stagione sta faticando (solo un gol per lui finora). Ad assisterlo ci sarà Siligardi, grande protagonista in Serie B nella passata stagione e ora finito un po’ nel dimenticatoio.

I bianconeri, invece, viste le tante assenze nel reparto arretrato, saranno costretti a schierare un terzetto difensivo inedito, con Arturo Vidal al centro, affiancato da Caceres e Chiellini: il cileno, del resto, è stato già schierato da Conte in quel ruolo in un paio di circostanze nella stagione 2011/2012. I Campioni d’Italia in carica finora hanno ottenuto in trasferta 13 punti su 18 disponibili: le uniche battute d’arresto sono state il pareggio di San Siro contro l’Inter (1-1) e la sconfitta contro la Fiorentina di Pepito Rossi. Ora si torna in Toscana, dopo quel blackout di un quarto d’ora che è costato caro ai ragazzi di Conte. Da quella debacle, si dice, la Juve è uscita paradossalmente più forte: è arrivato il momento di confermarlo, andandosi a prendere il primato in attesa di Roma-Cagliari.

Juvenews.eu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy