TWITTER – Trezeguet: “Mi piace molto il ruolo da dirigente. Il gol più bello contro il Real”

TWITTER – Trezeguet: “Mi piace molto il ruolo da dirigente. Il gol più bello contro il Real”

David Trezeguet, dirigente della Juventus ed ex attaccante del club bianconero ha risposto su Twitter alle domande dei tifosi

Unesco

TORINO – David Trezeguet ha risposto alle domande dei tifosi:

@juventusfc: .@TrezegolDavid è in postazione. Beh, ci siamo no?! Che il #Tlk2David abbia inizio!

Ciao Re David! Qual è la partita più bella che hai giocato con la maglia della @juventusfc ? Ci manchi tanto!!!

Quale dei tuoi 171 trezeGOL con la maglia bianconera reputi il più bello? A quale invece sei più affezionato? 

Trezeguet: Dunque, il gol a cui sono più affezionato è sicuramente è un gol che ho fatto a Bergamo in un 5-2, e sono riuscito a scavalcare Sivori e diventare il capocannoniere straniero e questo è il traguardo più importante della mia carriera …. mentre il più bello il gol che ho fatto in rovesciata contro il Real Madrid, perché è una partita di Champions, contro il Real dei Galacticos. In più perché poi è venuto il gol di un altro mio compagno che ci ha dato la qualificazione….

Ci descrivi in 2 parole il tuo rapporto con Del Piero ?! eravate una coppia MICIDIALE 

Trezeguet: Cosa potrei dire del grande @DelpieroAle se non questo? “Ottimo a livello personale. Il più grande giocatore con il quale ho fatto coppia alla Juventus. Superando Charles e Sivori”.

Hai mai pensato di fare l’allenatore?

Trezguet: “Al momento il ruolo da Presidente delle Juventus Legends mi assorbe completamente! Oggi fare l’allenatore non è il mio obiettivo principale. Questo ruolo da dirigente è quello che mi stimola di più, perché è una nuova tappa per me anche allo stesso tempo sto imparando moltissimo. Mi piace molto questo ruolo da dirigente e per quello spero di continuare su questa linea”.

Ci racconti qualche aneddoto su Davids e Montero? Insieme a te erano i miei idoli incontrastati di quella Juve. 

Trezeguet: “Se Davids e Montero sono i tuoi idoli, vieni al J. Stadium martedì allora! Due grandissimi campioni. Due Grandissimi personaggi, perché tutti e due avevano una stima verso la Juve molto importante. Sono legati alla Juve e in più avevano quella cattiveria sportiva che era unica e straordinaria. Io penso che tanto Paolo come Edgar sono rimasti dentro il cuore dei tifosi  juventini perché quello che davano in campo. Ti davano una spinta in più ed eri sicuro che con loro in campo avevi una grandissima possibilità di vincere”.

Ricordiamo tutti con affetto le esultanze della tua mitica mamma. E’ ancora Juventina? 

Trezeguet: ” :) grazie per la simpatica domanda! La mia mamma è ancora juventina. È vero che quando ho smesso con il calcio abbiamo sofferto insieme. Perché lei è una tifosissima mise adesso segue la Juve da un altro punto di vista. Però continua a essere una juventina molto attaccata, perché comunque 10 anni passati alla Juve sono tantissimi e lei è molto legato alla stima verso di lei del popolo juventino”.

Mitico Trezegol! Ti ho seguito di recente nel tuo viaggio africano: che impressioni hai avuto dei progetti Juventus-Unesco lì? 

Trezeguet: “Questi bambini hanno bisogno di noi e anche con UNESCOCup possiamo aiutarli tanto. Guarda da quando siamo insieme ad Unesco, la parola d’ordine è quella di aiutare i bambini. Io sono andato personalmente in centro Africa e in Mali, per vedere, verificare e dare anche visibilità a dei momenti difficili che vivono questi bambini. Per quello io sono molto fiducioso e, spero allo stesso tempo, che martedì sera lo stadio sarà pieno, perché tutto andrà destinato a questi bambini che hanno bisogno di noi. Penso che noi possiamo dare una grandissima mano. Per quello è stata un’esperienza forte e unica. Però allo stesso tempo ho capito che questi bambini quando siamo arrivati noi come Juventus abbiamo ritrovato un sorriso verso di noi Juventus e verso lo sport”.

Hello David

If a child stopped you in the street and asked you to describe @juventusfc

What would you say?

Trezeguet: “Cosa è la Juve per me? Ci sarebbe così tanto da dire. Per me la Juve è stato un amore unico. Io quando sono arrivato alla Juve ero molto giovane, sono andato via dopo 10 anni e avevo fatto una carriera piena di successi insieme alla Juve. Per quello la mia carriera è stata fatta alla Juve. Per quello i ricordi saranno sempre in positivo e dopo anche la chiamata della società verso di me per fare parte di questo nuovo progetto, per me è stato molto importante. Al di là del lato sportivo anche il lato umano che ho lasciato un sono grato di essere tornato alla Juventus”.

Hello champion, I’m from Indonesia and you are one of my fav players ever. What is your ritual before the match?

Trezeguet: “Rituali? Nessuno in particolare, ma solo tanta voglia di segnare! Ciao a tutti in Indonesia! Non ne avevo nessuno in particolare. Ero già concentrato il giorno prima in albergo, in ritiro, per la partirà che si guocava il giorno dopo . Dopo ero molto stimolato, molto preso di giocare sia in casa che fuori casa, perché il popolo juventino sempre ci ha accompagnato. Allora nessun rituale, però, sempre con la voglia che arrivi quel giorno per giocare la partita”.

Chi vorresti avere come partner in attacco martedì, contro il Boca? 

Trezeguet: “L’importante sarà fare gol, ma soprattutto aiutare i nostri progetti con UNESCO! Siamo in quattro fino adesso e speriamo che arrivi qualcun’altro. Ci sarà Ravanelli, Nivo Amoruso, ci sarà Totò Schillaci e anche io. Saremo in 4 per 2 posti, qua si parla dí grandissimi campioni che hanno fatto la storia della Juve, per quello per me sarà un onore giocare con loro”.

Quale partita ti piacerebbe rigiocare per ottenere un risultato migliore e per rivivere le emozioni?

Trezeguet: “La partita che vorrei rigiocare? Questa, naturalmente, Juve-Milan a Manchester, finale di Champions persa. Ed è stato l’unico trofeo che non ho potuto alzare con la Juve”.

Ciao David, quali sono le cose più importanti che ti porti dietro dal tuo recente viaggio in Africa?

Trezeguet: “Martedì giocheremo per continuare a regalare un futuro ai bambini che ho incontrato. Mi porto dietro di aver lasciato un sorriso a questi bambini quando sono rinato Cosattin La Juve. Sono molto legati al calcio è anche al calcio italiano in particolare. Mi hanno chiesto moltissimo dei nostri giocatori e io penso che la cosa più importante è per quello ho voluto andare e vedere e verificare i progetti fatti e quelli che si faranno in futuro. Per quello penso che la partita che faremo martedì sarà importante, perché sarà per loro inseguire un progetto, ma anche un sogno per questi bambini che sono in difficoltà e hanno grandissima voglia di riprendersi e hanno tantissima voglia di crescere soprattutto”.

Hy david what do you think about juventus squad for this season? 

Trezeguet: “Con i nuovi arrivati, continuiamo ad avere lo stesso obiettivo: vincere! Ci sono stati dei grandi cambiamenti, perché sono andati via dei giocatori importanti e che hanno fatto anche una storia importante. Adesso sono arrivati i nuovi e c’è un mix di esperienza e gente giovane. Però allo stesso tempo, io sono convinto che siano importanti questi cambi, perché l’obiettivo è sempre quello di vincere. Per questo io mi auguro che la squadra e sono sicuro, si riprenderà perché le sconfitte servono per motivare, per lavorare di più e per confermarsi e anche voler crescere. Questo gruppo è molto unito e in più hanno dei giocatori di altissimo livello”.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy