Conte: ‘Farò turnover. La squadra è più matura, ma…’

Conte: ‘Farò turnover. La squadra è più matura, ma…’

Alla vigilia dell’ esordio in Champions’ League in trasferta contro il Copenhagen, il tecnico bianconero Antonio Conte incontra i giornalisti per una conferenza stampa alle ore 18:00 dal Perken Stadium della capitale danese. Insieme a lui ci sarà anche Capitan Gigi Buffon. Juvenews.eu segue l’ evento e ve lo riporta…

Alla vigilia dell’ esordio in Champions’ League in trasferta contro il Copenhagen, il tecnico bianconero Antonio Conte incontra i giornalisti per una conferenza stampa alle ore 18:00 dal Perken Stadium della capitale danese. Insieme a lui ci sarà anche Capitan Gigi Buffon. Juvenews.eu segue l’ evento e ve lo riporta live!

Inizia un ciclo importante: farà del turnover?

Conte: “Sì, come ho detto inizia un ciclo di sette partite in 25 giorni: avremo partite importanti. Il ciclo è iniziato sabato contro l’ Inter, poi ci sono queste due sfide molto importanti contro Copenhagen e Galatasaray, quindi è inevitabile che ci sarà della rotazione, è inevitabile perché giocheremo ogni tre giorni, quindi faremo rotare i giocatori cercando di non cambiare il nostro gioco e la nostra idea di calcio, facendo riposare i calciatori che sono stanchi. Confido in tutta la rosa e sono sicuro che mi darà delle risposte”.

L’ anno scorso avete giocato contro il Nordjaelland, altra squadra danese: quali sono le differenze tra le due squadre?

Conte: “Il Nordsjaelland mi ha fatto un’ ottima impressione l’ anno scorso, era una squadra molto propositiva. Abbiamo studiato il Copenhagen, che è una squadra che gioca con il 4-4-2 o con il 4-4-1-1, con linee ben definite e volontà di giocare a calcio. Non mi spiego la loro attuale posizione in classifica: ho visto le partite, si è sempre dimostrata superiore ma alla fine il risultato non le ha dato ragione. Dovremo fare attenzione, facendo tesoro della partita giocata qui l’ anno scorso contro il Nordjaelland e che pareggiammo solo a pochi minuti dalla fine”.

Cosa vi incuriosisce di questa nuova avventura in Champions? Avete certezze in più rispetto all’ anno scorso?

Buffon: “Ho la curiosità di vedere se riusciremo a confermare quanto di buono fatto nella passata stagione e se potremo migliorarci”.



Conte:  “L’ anno di esperienza in più può essere fondamentale. Mi riferisco a tutto il percorso dell’ anno scorso, anche il pareggio con il Nordsjaelland che rischiò di mettere in pericolo la qualificazione. La squadra è più matura e sa che bisogna affrontare tutte le gare nel modo migliore in Europa perché in Champions ci sono solo sei partite e non c’è tempo èper recuperare degli eventuali passi falsi”.

Per Conte: crede che questa sia la partita più facile del girone? Per Buffon: in Champions si cerca di fare bene e vedere dove si può arrivare o si insegue un sogno?

Conte: “Partite facili non ce ne sono. Eventualmente si può dire dopo aver giocato, vinto e giocato bene, ma non ci sono partite facili in nessuna competizione. Noi faremo del nostro meglio affinchè il risultato possa far dire che è stato facile, ma sappiamo che troveremo delle difficoltà. Dovremo essere bravi noi a superarle e magari far dire ai giornalisti che è stata una partita facile”.

Buffon:  “E’ un sogno che condividiamo tutti, dai tifosi alla squadra, perché vincere una Coppa dei Campioni è qualcosa di anormale: alla Juve stessa non è successo spesso. Sarebbe una grande soddisfazione di tutto il gruppo riuscire un giorno a raggiungere un obiettivo simile”.

Ha visto che qualche anno fa Solbakken (allenatore del Copenhagen, ndr) si è scontrato con Guardiola in una partita tra Copenhagen e Barcellona?

Conte: “No, sinceramente no. Scontrato come? Fisicamente? No, perchè allora mi devo preparare (ride, ndr)”.

No, solo verbalmente.

Conte:  “Conosco il Mister, che ha fatto molto bene anche con il Rosenborg: lo conosco per i trascorsi calcistici, non per questa cosa. Buttiamola sul ridere, preferisco parlare di calcio, non di vicende extra-calcistiche”

Mister, cosa ne pensa del girone?

Conte: “Un girone sicuramente affascinante, con il Real Madrid che da qualche anno insegue la decima Champions e ogni anno investe molto sia in calciatori che in allenatori. Sono di diritto i favoriti del girone. Per il secondo posto ci saremmo noi e il Galatasaray: bisognerà fare attenzione alle sorprese, come ad esempio il Copenhagen”.

Un commento su Bendtner?

Conte: “Posso parlare solo bene di lui: nel momento migliore alla Juve si è infortunato ed è rimasto fuori tre mesi; appena rientrato si è rifatto male. E’ stato molto sfortunato. Conservo un grande affetto per lui, come del resto tutti i suoi ex compagni: qualcuno dice che sia un bad-boy, ma per me è stata una grande sorpresa, è un ottimo ragazzo e, secondo me, anche un ottimo giocatore”.

Cosa ha la Juve in più rispetto all’ anno scorso?

Buffon: “Sulla carta, dopo queste due stagioni e grazie al mercato, dovremmo essere migliorati, ma le conferme ce le darà solo il campo: solo la nostra voglia di stupire potrà permetterci di confermare un ulteriore passo avanti. Dobbiamo mantenere alto l’ entusiasmo e la voglia di sorprendere”.

Juvenews.eu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy