Allegri: “La 10 a Pogba”. Buffon: “Caldo Anche in Italia”

Allegri: “La 10 a Pogba”. Buffon: “Caldo Anche in Italia”

A due giorni dalla Supercoppa italiana, Allegri e Buffon hanno deciso di incontrare i giornalisti per parlare dell’importante sfida con la Lazio. ALLEGRI: “Non è semplice perchè la 10 l’hanno indossata i più grandi giocatori della Juventus. Mercato? Parlarne ora non ha senso: dobbiamo pensare solo al primo obiettivo importante…

A due giorni dalla Supercoppa italiana, Allegri e Buffon hanno deciso di incontrare i giornalisti per parlare dell’importante sfida con la Lazio.

ALLEGRI: “Non è semplice perchè la 10 l’hanno indossata i più grandi giocatori della Juventus. Mercato? Parlarne ora non ha senso: dobbiamo pensare solo al primo obiettivo importante della stagione. Siamo in un momento delicato perché abbiamo iniziato la preparazione solo da venti giorni. I giocatori che sono andati via? I giocatori passano così come gli allenatori ed è stata una loro scelta. In 4 anni si è vinto tanto, ora si riparte da zero. Non sarà semplice perché il campionato sarà equilibrato e serviranno pazienza ed equilibrio.

 

Quando si gioca una finale i valori si assottigliano molto. C’è stato equilibrio a Roma nella finale di Coppa Italia. Anche sabato ci sarà molto equilibrio in Supercoppa contro la Lazio. Sono arrivati molti giovani, questo è un bene. Lo zoccolo duro è rimasto. Sarà un anno con molte più difficoltà, da affrontare sia nel bene che nel male. Credo che il ruolo di Pogba sia la mezz’ala e magari tra qualche anno finirà per giocare davanti alla difesa. Andrea Barzagli oggi lavorerà con la squadra, il modulo lo deciderò. La cosa più importante sarà giocare buona gara. Dobbiamo pensare possa durare anche 120′ come successo il 20/5. Siamo comunque in buona condizione fisica. Mi spiace che Chiellini, Khedira e Morata non possano giocare la finale. Rimaniamo sereni, aspettiamo il loro recupero. Ci siamo preparati bene e cercheremo di portare a casa primo obiettivo stagione. Dovevamo iniziare per forza il 20, perché i Nazionali smesso il 16. I ragazzi non sono macchine – Continua mister Allegri – La società ha fatto un buon lavoro portando giovani importanti. Dybala ha ottime qualità come Zaza e Rugani. Mandzukic è di caratura europea. E poi Coman può fare bene. Davanti un parco attaccanti notevole, e Llorente nei momenti decisivi della stagione è stato importante”.

BUFFON: “Caldo? Anche in Italia. Sappiamo che le preparazioni in certi posti comportano sacrificio. Siamo abituati. In un’annata come questa ci sono tanti stimoli per non avere rimpianti alla fine. Abbiamo cambiato l’ossatura della squadra, rinnovando e ringiovanendo. Non è un alibi, ma qualche problema in più potrebbe esserci. Rinnovandoci dal punto di vista tecnico non c’è grande differenza. Per trovare l’amalgama ideale servirà un po’ di tempo. Giocare a tre o a quattro? non importa. Non è il modulo a determinare il risultato, ma altri fattori.

Juvenews.eu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy