L’intervista, Braida: “Dalla Juve prenderei Dybala e Buffon”

L’intervista, Braida: “Dalla Juve prenderei Dybala e Buffon”

L’Asesor International si confessa in una lunga intervista alla Gazzetta dello Sport

TORINO – Ariedo Braida, Asesor Internacional del Barcellona, ha rilasciato una lunga intervista a La Gazzetta dello Sport, nella quale ha parlato anche della Juventus.

Su Dani Alves: “Dani Alves è un campione – ha spiegato -. Ha personalità, tecnica, sa gestire la palla, giocare da solo e per la squadra. A Barcellona era amato e lui ama il club e la città, ma voleva mettere alla prova se stesso, dimostrare di saper stare ancora al top. La Juve ha preso un grande giocatore”.

Su Pogba: “Perchè il Barça ha abbandonato Pogba? La ragione economica mi pare più che sufficiente. E Pogba saprà farsi valere a Manchester, il suo valore tecnico non si discute, però a ogni partita, se non la giocherà al massimo, ci saranno critiche. La gente leggendo certe cifre penserà che deve vincere anche da solo e questo non è possibile. Ma certe cifre sconvolgono. Pogba non le vale? Nessuno le vale. Tutti i giocatori sono ipervalutati. Quando si arriva a certi livelli il distacco dalle cose normali è veramente troppo. Si parla di un’operazione da 150 milioni, salario escluso”.

Sul campionato: “In Italia chi vincerà? Sembra talmente sconta- to…La Juve è fortissima, ma il calcio è strano e vincere sei anni di fila non è  facile. Però la Juve è davanti a tutte. La perdita di Pogba è importante, ma la società ha saputo intervenire sul mercato con ottimi acquisti. Pjanic, Pjaca, e poi Dani Alves, e Higuain. E’ proprio una squadra forte, ma d’altra parte per vincere non bisogna avere neppure un punto debole. Sulla carta la Juve è superiore a tutte. Manca un ultimo ritocco, un centrocampista, visto anche che Marchisio è infortunato”.

Su Pjanic: “Allegri sta provando Pjanic alla Pirlo? E’ un’idea, ma Pjanic fa tanti gol e giocando lì è un po’ lontano dalla porta. Qualcosa si perde, anche se potrebbe sempre fare gol su punizione: le calcia come Zico. Non posso dire come Messi perché Messi è mancino. Ma fra i destri Zico è stato il numero uno”.

Sulla Champions: “La Juve  ha chance di mettere in difficoltà le grandi d’Europa? Può stare fra le prime, ma io spero che la Champions League torni a Barcellona”.

Sui bianconeri graditi al Barcellona: “Un giocatore della serie A che porterei a Barcellona? Dybala. E Buffon”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy