LE VOCI – Tacchinardi: “La Juventus è al top. Per la Roma è l’ultima chiamata…”

LE VOCI – Tacchinardi: “La Juventus è al top. Per la Roma è l’ultima chiamata…”

Alessio Tacchinardi di trionfi se ne intende. Eccome. Svariati trofei nazionali ed internazionali, carriera di pregevolissima fattura. Con la Juventus si è aggiudicato tutto. Sin da quando calcava i terreni di gioco, Tacchinardi era già un allenatore e un fine tattico, capace di individuare le dinamiche di gioco e trasformarle…

Alessio Tacchinardi di trionfi se ne intende. Eccome. Svariati trofei nazionali ed internazionali, carriera di pregevolissima fattura. Con la Juventus si è aggiudicato tutto. Sin da quando calcava i terreni di gioco, Tacchinardi era già un allenatore e un fine tattico, capace di individuare le dinamiche di gioco e trasformarle a proprio favore: oggi fornisce un’ulteriore dimostrazione della capacità di “leggere le partite”, nel ruolo di commentatore televisivo, con tanto di lavagne tattiche ed analisi tecniche a dir poco ineccepibili. Con lui Goal Italia ha voluto approfondire tutti i temi dell’imminente Roma -Juventus , una partita che potrebbe diventare decisiva per l’assegnazione del tricolore. 

 

Tacchinardi, secondo il suo parere, come arrivano le due squadre all’appuntamento di lunedì? La Juventus arriva al massimo della portata fisica e mentale, direi molto vicina al top. La vittoria sul Dortmund, poi, ha dato nuovo entusiasmo a tutto l’ambiente, già carico per la stagione ad alti livelli disputata sino ad ora. La preparazione è stata mirata e a livello atletico la Juve corre fino al novantesimo e lo ha dimostrato in Champions. La Roma avrà la pressione del risultato tutta dalla sua parte, per i giallorossi questa può essere l’ultima speranza per provare a riacciuffare un campionato sfuggito dalle mani troppo presto. La qualificazione ottenuta in Europa League ha ridato un po’ di eccitazione e ardore al gruppo di Garcia “.

Quali saranno le chiavi tattiche della sfida di questa sera? Entrambe le compagini giocano secondo i propri dettami tattici, nessuna delle due gioca e specula sull’altra. Allegri sa anche rischiare per ottenere il risultato e lo ha dimostrato in alcuni frangenti, Garcia invece non muta mai l’impianto della sua squadra. La Juventus dovrà approcciare la gara con la mentalità giusta, stando attenta alle ripartenze fulminanti e letali dei capitolini, ma la Roma dovrà preoccuparsi della forza juventina e della capacità di saper spaccare l’inerzia di un incontro. Prevedo una serata divertente, una sfida piacevole, giocata con intensità e alti ritmi”.

Nove punti di vantaggio della Juve nei confronti dei giallorossi, si attendeva una distanza così ampia tra le due squadre? E visto il grande distacco, si può ancora definire un big match? Sinceramente questo ampio divario non me lo aspettavo. La Roma in estate si era rafforzata con un’ottima campagna acquisti, era arrivato un Iturbe, che sino ad oggi ha deluso, e credevo che il gap con la Juventus si fosse accorciato, invece nulla è cambiato. Si, sarà certamente un big match, si affrontano le due compagini più forti del torneo, un momento atteso spasmodicamente a Roma come la partita dell’anno. Ecco, nella capitale attendono questa occasione sin dall’andata ricca di polemiche strumentali, l’importante è che l’ambiente giallorosso non carichi a dismisura questo incontro, spesso è stato così e i risultati non sono stati sempre confortanti. Mi auguro sia solo una bella serata di sport con una sfida fatta di gran calcio, una sorta di sponsor per il calcio italiano anche all’estero ”.

Chi saranno secondo lei gli uomini chiave? Non ho dubbi: Tevez da una parte e Totti dall’altra. Due leader, due trascinatori, che incideranno sugli andamenti delle rispettive squadre ”.

Come ha inteso le dichiarazioni di Garcia del 17 ottobre scorso, quando affermò che la Roma avrebbe certamente vinto lo Scudetto? Non ho ancora capito se quelle parole forti e sibilline siano state pronunciate dall’allenatore francese per elettrizzare il proprio gruppo o per sviare l’attenzione da un momento particolare e negativo della propria squadra. In ogni caso oggi stridono fortemente con quello che è stato l’andamento del campionato ”. (goal.com)

Juvenews.eu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy