LE VOCI – Spalletti: “Guardando la Juve sono rimasto a bocca aperta”

LE VOCI – Spalletti: “Guardando la Juve sono rimasto a bocca aperta”

TORINO – Uno dei migliori allenatori italiani. In questi giorni, nella sua Toscana, Luciano Spalletti, ha rilasciato una intervista per la Gazzetta dello Sport facendo una piccola diesamina del campionato italiano.JUVENTUS – «Ho guardato l’ultima partita della Juve e sono rimasto a bocca aperta, i bianconeri hanno fame e sono…

TORINO – Uno dei migliori allenatori italiani. In questi giorni, nella sua Toscana, Luciano Spalletti, ha rilasciato una intervista per la Gazzetta dello Sport facendo una piccola diesamina del campionato italiano.

JUVENTUS – «Ho guardato l’ultima partita della Juve e sono rimasto a bocca aperta, i bianconeri hanno fame e sono la vera candidata per lo scudetto. La Juventus ha fuoriclasse in tutti i reparti, ha esperienza internazionale e ha messo dentro il gruppo un guerriero come Tevez che ha rimotivato tutti dentro lo spogliatoio. Dopo un inizio di campionato un po’ in ombra, ecco che la Vecchia Signora ha rimesso il turbo e credo che sarà difficile immettersi nella loro scia. Conte conosce il calcio, sa come si gestisce uno spogliatoio e è pronto a guidare già una big europea. Pirlo? Spot per il Made in Italy…». 

NAPOLI E ROMA – «Il Napoli ha già assimilato le idee di Benitez, che io reputo un allenatore vincente. Duellare alla pari con Arsenal e Borussia Dortmund regala tonnellate di autostima al gruppo. Del resto, il presidente De Laurentiis e Benitez hanno condotto una campagna acquisti mirata a inserire gente di statura internazionale. Higuain è uno degli attaccanti più forti del mondo e poi Mertens e Callejon hanno portato moltissima qualità. Roma? Gran lavoro, la metto insieme a Juve e Napoli e mi inchiano di fronte a Garcia. I giallorossi hanno perso qualche punto per strada nelle ultime due partite ma aspettate che tornino Gervinho e Totti».

MILAN – «Il Milan invece è il flop del campionato. Ormai in casa rossonera si parla solo di futuro. Chi sarà il nuovo allenatore, chi sarà il nuovo dirigente responsabile, il mercato. Quando la tifoseria è in subbuglio la società dovrebbe essere compatta, e andare verso un’unica soluzione ma per il momento è una situazione complicata. Balotelli è un gran giocatore ma i campioni sono quelli che pensano di vincere insieme alla squadra».

FIORENTINA E INTER«L’allenatore che ammiro di più in Serie A è Vincenzo Montella. E Pepito Rossi può vincere la classifica dei cannonieri. L’ho corteggiato a lungo ma non sono riuscito a portarlo con me in Russia. Rossi sarà importante anche al Mondiale brasiliano. Parlando dell’Inter si può dire che se fai lavorare Mazzarri senza le coppe allora ti fa migliorare tutta la rosa. L’Inter è da zona Champions soprattutto se a gennaio la nuova proprietà farà qualche acquisto importante».

(fonte gazzetta.it)

juvenews.eu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy