LE VOCI – Seredova: “Buffon, il mio Superman”

LE VOCI – Seredova: “Buffon, il mio Superman”

Alena Seredova è sempre più fiera del proprio marito-Superman, Gigi Buffon, osannato da tifosi e media dopo la gran parata vista venerdì contro la Bulgaria a Palermo. La compagna del portierone della Juventus, intervistata dai colleghi del Corriere dello Sport, ha ripercorso momenti belli e brutti della carriera di Buffon…

Alena Seredova è sempre più fiera del proprio marito-Superman, Gigi Buffon, osannato da tifosi e media dopo la gran parata vista venerdì contro la Bulgaria a Palermo. La compagna del portierone della Juventus, intervistata dai colleghi del Corriere dello Sport, ha ripercorso momenti belli e brutti della carriera di Buffon in Nazionale, con la sua Seredova sempre vicina: «Centotrentasei presenze: per uno come lui, legatissimo alla Nazionale, sarà un traguardo importantissimo. Il momento più bello? Troppo facile: il Mondiale 2006. Ero emozionata io, semplice spettatore, figurarsi i protagonisti. Quello più brutto? Prima della favola tedesca, c’erano state tante polemiche ed era anche balenata la possibilità che Gigi rimanesse a casa: non è stato semplice, la vittoria ha cancellato tutto. E’ successo anche con la Juve: gli anni senza vittorie, dopo la B, sono stati duri, ma lui ha avuto la forza di rimanere e gli scudetti lo hanno premiato. La sfida contro la ‘mia’ Repubblica Ceca? Tiferò per lui. Sono legatissima alle mie radici, infatti pur avendo diritto non ho mai chiesto la cittadinanza italiana, però tra una squadra di sconosciuti e una squadra di cui mio marito è responsabile non ho dubbi: è una scelta di cuore. Speciale la partita contro l’Inter? Più per i tifosi che per la squadra: gli ultimi campionati hanno dimostrato come la Juve valuti importanti tutte le partite e affronti con determinazione anche quelle apparentemente più facili. Di sicuro sarà una gara bellissima: speriamo non venga caricata di eccessive pressioni.»

AMORE CARRARESE – «Anche questo è un modo per stare al fianco di mio marito – ha dichiarato la Seredova, parlando del suo ruolo da presidente onorario della Carrarese – : aiutarlo nella promozione, ovviamente non certo da un punto di vista tecnico. Quando ha scelto di entrare nella società, non ero completamente d’accordo, però ho voluto esserci comunque. Poi ti affezioni…».

(fonte calcionews24.com)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy