LE VOCI – Mazzarri:’Pensiamo a noi stessi’

LE VOCI – Mazzarri:’Pensiamo a noi stessi’

Vigilia di Inter-Juventus, ma Walter Mazzarri non si sbilancia più di tanto. “Gli ultimi giocatori sono rientrati ieri da voli internazionali – ha dichiarato il tecnico nerazzurro – e non ho ancora avuto il tempo di fare un discorso con la giusta concentrazione, che venisse recepito da gente che doveva…

Vigilia di Inter-Juventus, ma Walter Mazzarri non si sbilancia più di tanto. “Gli ultimi giocatori sono rientrati ieri da voli internazionali – ha dichiarato il tecnico nerazzurro – e non ho ancora avuto il tempo di fare un discorso con la giusta concentrazione, che venisse recepito da gente che doveva recuperare il sonno. Il discorso lo farò oggi, ieri ho cercato con quelli che c’erano di correggere gli errori fatti a Catania, dove la prima occasione era stata per loro. Dobbiamo guardare a noi stessi: se stiamo attenti in fase passiva e sviluppiamo il gioco in fase attiva possiamo dare fastidio a tutti. In Italia si guarda solo il risultato, io ho sempre guardato la prestazione. Una squadra con un allenatore nuovo deve pensare a fare una prestazione di livello, più che ai tre punti. Nel calcio gli episodi fanno la differenza: a volta fai risultato anche difendendoti per 85′, ma alla lunga no. Più c’è pressione e più abbiamo carica,speriamo di dare tante soddisfazioni ai nostri tifosi . Vorrei che la squadra acquisisse sicurezza e trovasse una propria continuità”.

DE LAURENTIIS NON MI INTERESSA — Quella che aveva trovato il suo Napoli gli anni passati, ma secondo De Laurentiis passando da lui a Benitez la squadra ci ha guadagnato sul piano dell’immagine internazionale: “Quello che dicono gli altri non mi interessa, io ho sempre pensato ai fatti. I giocatori che ho allenato sanno chi sono. Vorrei rivedere l’Inter che in campionato ha già fatto vedere qualcosa, togliendo gli errori fatti con Catania e Genoa. Conta più quello che abbiamo fatto vedere in quella partita che nell’amichevole con la Juventus che abbiamo giocato questa estate”.

 

MIILITO — “Milito è a disposizione e sta molto bene e verrà convocato – spiega il tecnico – deve trovare la condizione migliore e avrebbe bisogno di giocare per ritrovarla. Ora però ad ogni gara ci sono tre punti in palio e quindi anche lui sa bene che dovrà crescere molto in allenamento.”

(fonte:gazzetta.it)

Juvenews.eu

 

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy