LE VOCI – Luci: “La Juve? Fu un errore”

LE VOCI – Luci: “La Juve? Fu un errore”

TORINO – Andrea Luci, numero 10 del Livorno, si racconta a ‘La Gazzetta dello Sport’. Di seguito i tratti salienti dell’intervista rilasciata dal centrocampista nativo di Piombino: “La maglia con il 10 che fu di Protti? Provo a essere leader, ci metto tutta la grinta che ho. Vedo che i…

TORINO – Andrea Luci, numero 10 del Livorno, si racconta a ‘La Gazzetta dello Sport’. Di seguito i tratti salienti dell’intervista rilasciata dal centrocampista nativo di Piombino: “La maglia con il 10 che fu di Protti? Provo a essere leader, ci metto tutta la grinta che ho. Vedo che i compagni mi apprezzano. Mi fa piacere che mi apprezzino anche fuori. Ora che mi riconoscono a Piombino, mi ci vuole un’ora e mezzo per fare dieci metri”.

GAVETTA – Luci racconta la sua trafila e il suo debole per i colori viola: “A undici anni entro nel settore giovanile della Fiorentina, sono rimasto tifosissimo viola. Dopo il fallimento della società mi prendono nel settore giovanile della Juve, mi allenavo anche con la prima squadra, quella di Capello e Del Piero: resto tre anni, un errore capita a tutti (ride)”.

FUTURO – “La salvezza è il nostro scudetto. Livorno è la mia dimensione e qui sto benissimo. Due figli, Marco e Edoardo, sei e due anni, gli amici che sono i genitori degli amici dei figli. Un ristorante di pesce che ho aperto nella vecchia Livorno e a cui mi vorrei dedicare di più in futuro, specialità cacciucco”.

juvenews.eu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy