LE VOCI – Fassino: “Tifo Juve ma spero nel Torino contro il Milan”

LE VOCI – Fassino: “Tifo Juve ma spero nel Torino contro il Milan”

Sfida tra Milano e Torino per la terza giornata della Serie A 2013/14: l’Inter sfiderà la Juventus, il Torino affronterà il Milan. A tal proposito è intervenuto il sindaco del capoluogo piemontese, che ai microfoni di “Tuttosport” ha dichiarato: «Inter-Juventus è la classica partita da 1X2. Vinca il migliore. Naturalmente…

Sfida tra Milano e Torino per la terza giornata della Serie A 2013/14: l’Inter sfiderà la Juventus, il Torino affronterà il Milan. A tal proposito è intervenuto il sindaco del capoluogo piemontese, che ai microfoni di “Tuttosport” ha dichiarato: «Inter-Juventus è la classica partita da 1X2. Vinca il migliore. Naturalmente mi auguro una vittoria della Juve. Uno a zero, gol del nostro nuovo campione. Tevez? È un giocatore affascinante. I tifosi si attendono molto da lui. Possiede tutti i numeri per dare un valore aggiunto a una squadra già molto forte. Difatti la Juventus è partita subito bene. Per puntare allo scudetto. Conte? E’ un uomo di grande personalità. D’altra parte se non si possiede la giusta personalità, non si può guidare la Juventus. Il voto non glielo do io, ma i risultati. Due scudetti e due Supercoppe. Il massimo. E quindi merita un 10. Direi che la società ha operato con equilibrio, oculatezza, con acquisti giusti. Mi pare una politica saggia, senza follie economiche, ma anche senza rinunce. E’ stato un mercato che merita almeno un 8. Llorente? Bisogna dare tempo al tempo, in certi casi».

Piero Fassino ha anche parlato del Torino: «Filadelfia? Rivendico il merito di questa Giunta di essere riuscita a passare dalle parole ai fatti. Abbiamo un progetto di ricostruzione serio, credibile. E ci sono anche le risorse finanziarie. Si possono finalmente realizzare le aspettative dei tifosi granata. Siamo in condizione di poter partire. Il nostro interesse è accelerare e avere il Filadelfia in piedi entro il 2015, quando Torino sarà capitale europea dello Sport. Poi, da sindaco della città, non potrei che essere felice, se al Toro riuscisse il colpaccio contro il Milan. Perché i successi del Torino, come quelli della Juventus, sono successi della città».

Sull’arrivo di Thohir all’Inter e la vicenda relativa agli scudetti bianconeri, il sindaco ha spiegato: «Non è il primo episodio di uno straniero che si affaccia anche sul calcio italiano. Non vedo nulla di straordinario o di inedito. Ormai per competere a certi livelli servono risorse notevolissime. Mi auguro solo che chi arriva, non lo faccia per un mero fattore di business. Ma guardi anche al cuore. E abbia una passione vera per il nostro calcio. Quanti scudetti ha la Juventus? Da uomo delle istituzioni, che deve rispettare le regole, dico 29. Da tifoso della Juve, però, dico 31».

Infine, il commento sulla consegna alla Juventus dell’area della Continassa: «Saremo la prima città italiana a potersi avvalere di una cittadella sportiva di queste dimensioni. Stiamo parlando di 180 mila metri quadrati che saranno riqualificati e restituiti ai cittadini. Questo è un altro segno di quanto sia dinamica questa città, anche nell’ambito dello sport. Si continua a investire, nonostante la crisi. E’ anche un segno che dimostra quanto la famiglia Agnelli continui a credere e a scommettere su Torino. Ieri lo Stadium, adesso la cittadella dello sport, tra un anno i nuovi modelli di Mirafiori. E lo Stadium è un impianto modello per altri club italiani, un altro modo con cui Torino produce eccellenza».

(fonte calcionews24.com)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy