LE VOCI – Criscitiello: “Llorente non è un campione, ma rispetto”

LE VOCI – Criscitiello: “Llorente non è un campione, ma rispetto”

Michele Criscitiello dedica l’apertura del suo editoriale alla Juventus vista ieri contro il Verona: “Erano pronti titoli e banchi di imputati per Marotta e Paratici – si legge su tuttomercatoweb.com – Llorente era già stato paragonato ad Anelka, peccato che ancora non lo avevamo visto giocare mezzo secondo. La partita…

Michele Criscitiello dedica l’apertura del suo editoriale alla Juventus vista ieri contro il Verona: “Erano pronti titoli e banchi di imputati per Marotta e Paratici – si legge su tuttomercatoweb.com – Llorente era già stato paragonato ad Anelka, peccato che ancora non lo avevamo visto giocare mezzo secondo. La partita di ieri è servita per dargli il benvenuto e per dimostrare che ai campioni, quelli veri, basta un tempo per fare gol e spazzare via le polemiche dei prevenuti. Forse non stiamo parlando di un campione che ti farà vincere la Champions League ma il rispetto per un ottimo calciatore non deve mai mancare. La Juventus si aggrappa allo spagnolo perchè è consapevole che se dovesse fare cilecca lui, ne risentirebbe tutta la squadra. A Conte manca l’uomo d’area; per intenderci non ha Higuain, Gomez o MIlito ma tanti ottimi attaccanti e centrocampisti che possono segnare in un ogni momento. Il nemico della Juventus è solo uno: il successo! Si, quello può dare alla testa. 

Ti toglie la fame, dai tutto per scontato e non corri più come se dovessi raggiungere la luna in 10 minuti. Il problema può essere superato se in panchina ci va un cagnaccio come Conte. Quando ieri ha segnato il Verona, la prima reazione a caldo è stata: “Eccola, prepariamoci per una settimana di de profundis perchè prepareranno il funerale alla Juventus”. Poi ho pensato, vabbè mercoledì c’è l’infrasettimanale, quindi le polemiche dureranno poco e mentre pensavo la Juventus risolveva il problema. Tevez-Llorente e un secondo tempo dove poteva dilagare. Arrivederci de profundis e bentornata Vecchia Signora. Si, ma non è mai andata via. Ha sbagliato in Champions, per il resto in campionato ha pareggiato a San Siro con l’Inter, non con il Sassuolo al Mapei Stadium”.

tuttojuve.com

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy