LE VOCI – Cerci attacca la Juve

LE VOCI – Cerci attacca la Juve

TORINO – E’ ancora tanta la rabbia tra i giocatori del Torino dopo la sconfitta di ier maturata nel derby della Mole. Ad esternarla maggiormente è l’ estenro di attacco, Cerci attraverso le pagine di Tuttosport. “Siamo penalizzati fin dall’inizio con le grandi squadre, non c’è niente da fare, finisce…

TORINO – E’ ancora tanta la rabbia tra i giocatori del Torino dopo la sconfitta di ier maturata nel derby della Mole. Ad esternarla maggiormente è l’ estenro di attacco, Cerci attraverso le pagine di Tuttosport.

Siamo penalizzati fin dall’inizio con le grandi squadre, non c’è niente da fare, finisce sempre così – ha spiegato – . Va messo in preventivo, evidentemente hanno una forza politica e ogni fallo mezzo e mezzo viene fischiato a loro favore, però la Juventus non ha bisogno di aiuti arbitrali, è già forte così“.

Fa sempre fallo prima, quando parte la palla, ma l’arbitro non lo ferma mai… Io vengo poco a parlare perché sono troppo sincero, però queste sono ingiustizie che alla fine pesano, e molto. Vedi il rigore, è uno scandalo – ha sottolineato -: c’è un arbitro, un guardalinee e un assistente che non hanno visto nulla. Questi episodi ti fanno pensare, non è possibile non vedere un rigore del genere“.

Oltre alle questioni ‘politiche’, c’è da annoverare altro, dopo un epilogo così paradossale: “Io non sono qui per analizzare o dare la colpa ai miei compagni, ma qualcosa non va. Qualcosa va rivisto. Non bisogna fare calciare Vidal da lì, dal limite dell’area. Qui ci giochiamo la salvezza con il Genoa e il Palermo che hanno vinto, siamo a 4 punti con 4 partite e quindi bisogna stare più attenti. Poi ci piangiamo addosso, ma purtroppo i punti li fanno le altre. Ora dobbiamo reagire “.

Avremmo potuto vincerlo noi, invece, incassiamo l’ennesima buona prestazione, ma incassiamo zero punti. Giochiamo bene, facciamo bel calcio e ci facciamo mazzo tanto, ma poi niente. Questo è il rammarico. Le altre vincono e noi perdiamo”. Per l’ex Fiorentina, che cercava un rilancio con la maglia del Toro, contro il Milan va ritrovata la fiducia: “Giocheremo contro il Milan a testa alta. Loro sono più forte di noi, ma dobbiamo giocarcela. Se facciamo bene, creiamo pericoli anche a loro. Non penso che la sfida interna contro il Genoa sia decisiva, saranno determinanti anche Chievo e Catania. Ma sarà fondamentale fare punti in queste partite“.

 

Juvenews.eu
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy