Le voci, Caprari al veleno: “Con la Juve era tutto fatto e poi sono spariti. Meglio l’Inter!”

Le voci, Caprari al veleno: “Con la Juve era tutto fatto e poi sono spariti. Meglio l’Inter!”

Le parole dell’attaccante del Pescara sulla trattativa di quest’estate

TORINO – Per lui non sarà una partita come le altre quella di oggi. Con il suo Pescara Caprari sfiderà l’Inter di De Boer, la squadra che ne detiene il cartellino da quest’estate, e che ha fatto uno sforzo economico per portarlo a Milano. Su di lui c’era anche la Juventus e in realtà sembrava una trattativa già chiusa. Le cose poi però non sono andate nel verso giusto. “Per me è una partita come le altre anche se chiaramente ci sarà un po’ di emozione in più. Ma se l’anno prossimo voglio davvero giocare a San Siro, devo pensare a far bene con il Pescara in questa stagione. Mercato? Con la Juve era tutto fatto, poi sono spariti e all’ultimo momento hanno detto che non se ne faceva più nulla. Solamente dopo è arrivata l’Inter, ed è stato meglio così: loro mi hanno voluto davvero. Se ero stato già vicino ai nerazzurri? Sì, quando Stramaccioni arrivò all’Inter mi fece una telefonata: “Come sei messo?”. Ma alla fine non andai. Lui lo sento ancora, a lui devo molto, mi ha inventato esterno negli Allievi della Roma. Quando segno, mi manda un messaggino per farmi i complimenti. Quando ho firmato con l’Inter, è stato uno dei primi che ho chiamato”. Poi sulla gara di stasera. “Sicuramente noi abbiamo lavorato di più insieme, potendo preparare meglio la partita. L’Inter, con tutti i nazionali fuori, ha avuto meno tempo. Non dobbiamo snaturarci, perché abbiamo dimostrato qual è la nostra identità. Con l’Inter sarà una partita simile a quella con il Napoli”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy