L’avversario, Sarri: “Perdiamo il centravanti più forte al mondo. Mi aspettavo almeno una chiamata da lui”

L’avversario, Sarri: “Perdiamo il centravanti più forte al mondo. Mi aspettavo almeno una chiamata da lui”

Le parole del tecnico del Napoli

TORINO – In un’intervista rilasciata a Il Corriere dello Sport, Maurizio Sarri, tecnico del Napoli, ha commentato con amarezza l’addio di Higuain. “Higuain? L’ho appena visto con la maglia della Juve: ne parlo, ma non volentieri. La scelta è stata solo sua: noi gli avevamo proposto un ingaggio in linea con quanto poi gli è stato concesso altrove. Tecnicamente parlando, perdiamo il centravanti più forte al mondo. Da un punto di vista personale resta l’amarezza perchè da lui mi aspettavo almeno una telefonata. Invece non è mai arrivata. Ai ragazzi ho detto: “Non ci piangiamo addosso, siamo forti anche senza Gonzalo. L’abbiamo dimostrato l’anno scorso. La Juve? I bianconeri vincono lo scudetto da cinque anni, un dato inquietante per il calcio italiano perchè rende il prodotto poco appetibile. Ma anche i favoriti possono sbagliare. Diciamo che sulla carta il destino del campionato sembra segnato, ma poi ci sono 38 partite e posso garantirvi che la Juve ne avrà una difficilissima, quasi proibitiva, al San Paolo. Allegri? L’invidia è un sentimento poco nobile che non mi appartiene. Faccio il lavoro che ho sempre sognato nella squadra per cui tifo: non c’è niente di meglio. E poi il bianco e il nero sono colori che non mi si addicono… Se firmo per il secondo posto? Io non firmo un bel niente”.

CLICCA QUI PER LEGGERE LE ULTIME SUL MERCATO DEI BIANCONERI

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy