La Juventus fa festa. Sorpasso completato

La Juventus fa festa. Sorpasso completato

TORINO – La Juventus, sentitamente, ringrazia: il lunedì senza giocare porta persino più soddisfazione della domenica con gol. La Roma è stata tre mesi esatti in testa alla classifica, dai due gol al Livorno, un caldo 25 agosto, ai tiri che hanno scheggiato i pali della porta del Cagliari ma…

TORINO – La Juventus, sentitamente, ringrazia: il lunedì senza giocare porta persino più soddisfazione della domenica con gol. La Roma è stata tre mesi esatti in testa alla classifica, dai due gol al Livorno, un caldo 25 agosto, ai tiri che hanno scheggiato i pali della porta del Cagliari ma senza entrare, un freddo 25 novembre,. Dieci vittorie consecutive e tre pareggi pure questi consecutivi (Torino, Sassuolo, Cagliari): è a questi che la Juventus si è attaccata per fare il sorpasso. Nello stesso periodo in cui la Roma ha fatto tre punti in tre partite, la Juventus, vincendo sempre, ha fatto tre volte tanto. Alla decima giornata la Roma aveva trenta punti e cinque di vantaggio sulla Juventus, adesso è uno sotto. E’ stato un sorpasso alla Vettel (i rari che deve fare quando non parte e arriva in testa): la Juventus ha preso punti su mezza classifica, dietro di lei tutti nell’ultimo turno (Napoli, Roma, Inter, Fiorentina e così via) hanno fatto cilecca.

Non è stata fortunata la Roma, nel momento in cui ha frenato, ha trovato una Juventus che si è avventata sulle partite divorandole: Conte non aveva mai fatto tanti punti così. Forse la Juve concentrandosi e preparando soprattutto la fase più delicata della Champions League ne ha avuto in avanzo anche per il campionato.

Comincia adesso una fase nuova per la Roma di Rudy Garcia, un po’ più nell’ombra, con meno riflettori addosso. Ma anche con un po’ di ansia in più, meno spavalda e sorprendente di quella di agosto o settembre. La perdita di Totti ha affievolito un po’ la luce del gioco, reso più complicate le partite da vincere contro squadre che ormai ti aspettano, si scoprono molto meno al contropiede, si difendono in tutti i modi possibili. Finché la Roma è stata una sorpresa ha vinto anche se non sempre facilmente, talvolta anche a fatica, appena fatto il record delle vittorie consecutive è stata marcata, arginata, chiusa. Le difese e i portieri (da ultimo Avramov del Cagliari, migliore in campo) hanno moltiplicato gli sforzi. All’Olimpico contro i sardi la prima partita senza fare gol.

Sarà difficile per la Roma riprendersi subito quello che ha perduto, il calendario al momento gioca anche a favore della Juventus, che però avrà anche il peso della Champions League da portarsi addosso. Probabilmente i giochi si faranno il 6 gennaio, giorno della Befana, alla ripresa del campionato, con lo scontro diretto a Torino.(Repubblica)

 

Juvenews.eu

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy