La Juve domina al Sant’Elia. Tevez, Vidal e Llorente suggellano il primato

La Juve domina al Sant’Elia. Tevez, Vidal e Llorente suggellano il primato

Se l’obiettivo era quello di stupire, di sicuro ci è riuscito. Zdenek Zeman che ripudia l’amato 4-3-3 per passare a un più coperto e banalissimo 4-4-2 è roba quasi da fantascienza. Invece al Sant’Elia è successo pure questo. Peccato che l’effetto meraviglia sia durato pochissimo e il nuovo vestito rossoblù…

Se l’obiettivo era quello di stupire, di sicuro ci è riuscito. Zdenek Zeman che ripudia l’amato 4-3-3 per passare a un più coperto e banalissimo 4-4-2 è roba quasi da fantascienza. Invece al Sant’Elia è successo pure questo. Peccato che l’effetto meraviglia sia durato pochissimo e il nuovo vestito rossoblù non sia stato all’altezza della Signora bianconera: dopo un quarto d’ora la Juventus era già sul 2-0 e la partita si è messa tutta in discesa. Altro che sgambetto dello juventino più odiato dai tifosi bianconeri (Zeman ha più volte raccontato di essere stato tifoso della Signora in gioventù).

 

Stavolta è stato Allegri a prendersi la rivincita, vendicando la brutta sconfitta di due anni fa: un Roma-Milan finito 4-2 con il boemo in panchina. (gazzetta.it)

Juvenews.eu

 
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy