LA CONFERENZA – Allegri: “Juve sfortunata, ma l’obiettivo è passare il turno”

LA CONFERENZA – Allegri: “Juve sfortunata, ma l’obiettivo è passare il turno”

Massimiliano Allegri, Gigi Buffon conferenza Champions

MANCHESTER – La pressione domani sarà ancora più forte, Allegri lo ammette in conferenza stampa: “Il City è una delle favorite. Il nostro obiettivo è passare il turno. Dobbiamo giocare con intensità, coraggio e tecnica per accrescere la nostra autostima, che con la mancanza di risultati si abbassa. Dobbiamo invertire la tendenza. Oggi si fanno mille domande sulla squadra perché non arrivano i risultati. E’ da poco che ci siamo riuniti, la squadra ha dato tutto, è stata sfortunata e adesso dobbiamo rimanere concentrati e sapere che basta un risultato positivo per cambiare tutto”.

E’ SEMPRE MERCATO – I rumors proprio dall’Inghilterra sono ancora fortissimi: “Timore di perdere Pogba? Il mercato è chiuso. Non parliamo di questo e pensiamo solo a quello che dobbiamo fare. Pogba ci deve trascinare per le caratteristiche che ha. Avremo la possibilità di trovare spazi e di giocare una partita diversa da quelle del campionato italiano. Per vedere la squadra a che livello è in Europa e come migliorare. Come ha detto prima Gigi, la squadra la scopriremo solo giocando, non sappiamo dove può arrivare. Ora parlare di scudetto, Coppa Italia, non ha senso, bisogna stare zitti, lavorare e vedere le cose in modo diverso. Il calcio e l’umore passano dai risultati”.

CENTROCAMPO – La regia ancora non funziona. Qualche idea per domani? Lemina e Hernanes? “Può fare la mezzala, ha buoni piedi. Domani ho 5 centrocampisti a disposizione e vediamo chi giocherà. Devono ritrovare la voglia di difendere. Con Marchisio fuori devo valutare. Sabato mi è dispiaciuto per i ragazzi, perché abbiamo fatto una gara giusta sotto il piano dell’attenzione e della corsa, non facciamo tanti gol e lo abbiamo fatto solo su rigore. Quando faremo gol, sarà tutto diverso. Sabato abbiamo avuto un grande dispendio di energie e devo valutare”. Cuadrado sembra già diventato imprescindibile: “Non mi chiedete la formazione perché non ve la do. Va sfruttato con dei giocatori, che hanno delle caratteristiche che lo possono mantenere”.

APPAGAMENTO – Non solo all’attacco, Allegri chiede pure di tornare a difendere: “Nel calcio si parla solo della fase offensiva, le partite sono belle anche quando difendi. Quando non concedi niente agli avversari. Ci sono momenti in cui non hai il dominio del gioco. In Italia non è come in Europa. Il sacrificio a difendere è importante”. Anche il mister non vede nessun appagamento: “Siamo arrivati alla Supercoppa dopo appena 15 giorni di lavoro. Abbiamo giocato portando a casa una gara facendo una buona difesa, ma non giocando bene tecnicamnete. Le analizzo sempre le gare, quando si vince o si perde. Abbiamo tirato tanto in porta in queste tre gare, ma fatti troppi pochi gol. L’anno scorso siamo arrivati in finale in modo meritato perché la squadra giocava un calcio più europeo”. E’ il momento di tornare a sfoggiarlo.

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy