La Cassazione annulla la sentenza sulla Gea

La Cassazione annulla la sentenza sulla Gea

ROMA – La Cassazione ha annullato la “sentenza Gea” che riguardava Luciano Moggi e il figlio Alessandro, condannati dalla Corte d’Appello per il reato di violenza privata per le presunte pressioni esercitate per l’acquisizione di procure sportive. Moggi padre era stato condannato a un anno di reclusione, il figlio a…

ROMA – La Cassazione ha annullato la “sentenza Gea” che riguardava Luciano Moggi e il figlio Alessandro, condannati dalla Corte d’Appello per il reato di violenza privata per le presunte pressioni esercitate per l’acquisizione di procure sportive. Moggi padre era stato condannato a un anno di reclusione, il figlio a 5 mesi. Le imputazioni facevano riferimento alle modalità che portarono il cenrocampista Manuele Blasi ad abbandonare il procuratore Stefano Antonelli per passare alla Gea.

Stesso discorso per Alessandro Moggi, che della Gea è stato il presidente, ma in relazione alle acquisizioni delle procure dei russi Zetulayev e Boudianski. Ora la sentenza, che aveva escluso il reato associativo, è stata annullata dalla Cassazione. Viene, insomma, a cadere un pezzo molto importante di Calciopoli, se vogliamo il seme da cui tutto era nato, la famigerata “combriccola romana” di arbitri che erano vicini al mondo Gea.

fonte: tuttosport

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy