L’INTERVISTA – Buffon: “Conte professionista esemplare, ossessionato dalla vittoria”

L’INTERVISTA – Buffon: “Conte professionista esemplare, ossessionato dalla vittoria”

Il capitano della Juventus Gigi Buffon pasrla in esclusiva ai microfoni di Sky Sport. “Vincere tre anni di fila è realmente straordinario – afferma il numero uno bianconero – è difficile sotto il profilo psicologico e motivazionale. Noi l’abbiamo fatto con grande sicurezza nell’anno in cui le motivazioni potevano venire…

Il capitano della Juventus Gigi Buffon pasrla in esclusiva ai microfoni di Sky Sport. “Vincere tre anni di fila è realmente straordinario – afferma il numero uno bianconero – è difficile sotto il profilo psicologico e motivazionale. Noi l’abbiamo fatto con grande sicurezza nell’anno in cui le motivazioni potevano venire meno, ottenendo anche il record dei punti: alla base di tutto, oltre al merito di allenatore, giocatori e societa’, abbiamo dimostrato di essere un gruppo dai valori morali spiccati”.

 

“E’ una classifica irripetibile, un traguardo che difficilmente verra’ non dico superato, ma eguagliato – aggiunge il capitano bianconero – Conte è un condottiero che ti sprona sempre. E’ professionalmente maniacale ed ossessionato dalla vittoria, non prende in considerazione che anche non vincendo si costruisce qualcosa. Lui ha la volonta’ ferrea di primeggiare. E’ stato bravissimo ad ottenere il massimo da ognuno, me compreso”. L’annata di Buffon e’ da voti altissimi: “Da Firenze in poi, abbiamo disputato una grande stagione, ricca di soddisfazioni di squadra e personali, ho fatto con continuita’ prestazioni di livello. Ho una parte di merito: nonostante i 36 anni, dopo un inizio con qualche critica, ho voluto spazzare via tutti i dubbi, dimostrando, qualora ce ne fosse bisogno. ancora una volta il mio valore e quello che posso fare”. Il numero 1 della Juve accenna anche alla sua vita privata e ad un matrimonio con Alena Seredova che pare ormai finito: “Anche Alena, in un momento molto delicato, nel quale bastava niente per crearmi difficolta’ mediatiche, e’ stata una donna con una dignita’ incredibile, ha messo davanti l’amore per la famiglia ed i figli e non il suo orgoglio. La ringraziero’ per sempre, nonostante fosse separata da un pochino, e’ stata splendida, come pensavo che fosse. L’ho voluta alla nostra festa per lo scudetto e mi farebbe piacere venisse coi figli anche in Brasile”. (Juvenews.eu)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy