L’AUGURIO – Platini cuore bianconero: “Forse riuscirò a vedere la Juventus alzare la Champions. I bianconeri quest’anno possono farcela”

L’AUGURIO – Platini cuore bianconero: “Forse riuscirò a vedere la Juventus alzare la Champions. I bianconeri quest’anno possono farcela”

VIENNA – A distanza di due secoli esatti, c’è stato ieri un altro Congresso di Vienna. Non al Castello di Schönbrunn, bensì nella moderna location della Reed Exhibition Messe nel grande Parco del Prater, a quattro passi dallo stadio Ernst Happel. È qui che le 54 federazioni calcistiche europee hanno…

VIENNA – A distanza di due secoli esatti, c’è stato ieri un altro Congresso di Vienna. Non al Castello di Schönbrunn, bensì nella moderna location della Reed Exhibition Messe nel grande Parco del Prater, a quattro passi dallo stadio Ernst Happel. È qui che le 54 federazioni calcistiche europee hanno rieletto all’unanimità Michel Platini come presidente dell’Uefa. Si tratta del terzo mandato (quadriennale) per l’ex “Roi” juventino, che ha incominciato il suo lavoro al vertice della Confederazione europea nel 2007 a Düsseldorf scalzando l’allora leader svedese Lennart Johansson. La platea gli ha tributato un lunghissimo e caloroso applauso.

 

Cosa le fa più piacere di questa rielezione?

«Essere alla guida dell’Uefa significa essere alla guida del calcio più forte del pianeta. Nel 2014 la Germania si è laureata campione del mondo davanti all’Argentina, il Real Madrid ha vinto il Mondiale Club davanti al San Lorenzo de Almagro e il portoghese Cristiano Ronaldo ha conquistato il suo secondo Pallone d’Oro consecutivo davanti a Messi. Tutti i più grandi assi stranieri bramano per essere ingaggiati da una squadra europea. La Champions League è la competizione per club più prestigiosa del mondo. E il prossimo anno l’ Europeo 2016 allargato a 24 squadre sarà un… quasi Mondiale. Il presidente Uefa infine è anche, automaticamente, vicepresidente Fifa secondo gli statuti. E noi amiamo la Fifa, ma ci battiamo perché sia molto migliore di oggi».

A proposito di Eurocoppe: ha visto la crisi delle inglesi, tutte eliminate?
«Questione di cicli, l’ho sempre detto. Corsi e ricorsi. L’anno scorso nella finale di Champions c’è stato il derby spagnolo e andando indietro nel tempo c’era stato quello inglese e prima ancora quello italiano».

Lei disse che forse non avrebbe fatto in tempo a consegnare la Champions alla Juve da presidente Uefa…
«Davvero? Ma ora resterò in carica altri quattro anni e chissà, forse ce la farò. Quest’anno la Juve sta disputando una grande stagione anche a livello europeo e potrebbe essere la volta buona. Vediamo… ». (TUTTOSPORT)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy