Juventus-Zaza, Squinzi dice no: “Serve al Sassuolo”

Juventus-Zaza, Squinzi dice no: “Serve al Sassuolo”

I manager di Giovinco sono da ieri in Canada, e presto Seba potrebbe essere convocato dal Toronto. Il fronte Zaza si fa allora caldissimo. Intensificati, nelle ultime ore, i contatti telefonici fra la Juventus e il Sassuolo. Fissato per oggi il faccia a faccia decisivo fra i vertici dei due…

I manager di Giovinco sono da ieri in Canada, e presto Seba potrebbe essere convocato dal Toronto. Il fronte Zaza si fa allora caldissimo. Intensificati, nelle ultime ore, i contatti telefonici fra la Juventus e il Sassuolo. Fissato per oggi il faccia a faccia decisivo fra i vertici dei due club. Insomma, è di fatto il giorno del centravanti della Nazionale. La Juventus spinge con decisione per avere subito il 23enne bomber lucano, sul quale i campioni d’Italia vantano fra l’altro un diritto di riacquisto da 15 milioni, esercitabile a giugno. Per anticipare i tempi e per il “disturbo”, Marotta potrebbe aggiungere qualche soldino, con saldo a partire dall’estate naturalmente.

 

Non decolla invece la soluzione dei prestiti di Coman e Pepe come parziali contropartite: là davanti, infatti, il reparto emiliano è già parecchio affollato. Massimiliano Allegri approva in pieno l’ipotesi Zaza e lo stesso ragazzo è tentato dall’idea di chiudere la stagione fra corsa scudetto e Champions League, velocizzando così l’inserimento nel calcio dei grandi.

FRENATA — Da Milano, però, arriva lo stop di Squinzi alla trattativa: “Zaza non lo cediamo, è un giocatore del Sassuolo – ha detto il presidente neroverde a margine del Quattroruote Day -. Ci serve, ne abbiamo bisogno anche perché le cose si stanno leggermente complicando anche per noi”.

Nel frattempo, Beppe Marotta è inevitabilmente costretto a sondare eventuali piste alternative, carte last minute. In questo senso, occhio a Daniel Pablo Osvaldo, sponsorizzato dallo spogliatoio bianconero, in particolare da Carlos Tevez, molto amico dell’attaccante oggi ai margini dell’Inter. Pure il Milan sonda Osvaldo, ma l’Inter direbbe sicuramente no ai rossoneri, mentre per i bianconeri non esisterebbero veti. In terza fila c’è poi Pazzini, apprezzato sia da Marotta sia da Allegri. Naturalmente, ogni operazione là davanti non scatta se Giovinco resta a Torino. (gazzetta.it)

 

Juvenews.eu
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy