Juventus, semplicemente è questione di stile

Juventus, semplicemente è questione di stile

TORINO – Se ne parla tanto…e non è un caso. La Juventus fa gola a molti, invidia a troppi. Gigi Simoni, ancora scottato per lo scudetto sfumato nel lontano 1998 urla: “Non esiste lo stile Juventus”. E invece, con tutto rispetto per l’ex allenatore nerazzurro, lo stile c’è eccome. La…

TORINO – Se ne parla tanto…e non è un caso. La Juventus fa gola a molti, invidia a troppi. Gigi Simoni, ancora scottato per lo scudetto sfumato nel lontano 1998 urla: “Non esiste lo stile Juventus”. E invece, con tutto rispetto per l’ex allenatore nerazzurro, lo stile c’è eccome. La classe di Marotta, è un segnale. Le parole di Agnelli, sono un comandamento. I giocatori che mai nello spogliatoio o fuori dal campo fanno parlare di loro, a differenza di altri… 
E poi spunta Conte. Un vulcano nell’area della sua panchina, un limite “geografico” troppo delimitato per la furia del tecnico. “Noi vinciamo e gli altri parlano” cosa aggiungere a queste parole? E infine, ma come si dice nei varietà, non per ordine di importanza, c’è la cosa più bella che appartiene alla Juve, i suoi tifosi.

 

E’ uno spettacolo ogni volta che la squadra entra in campo. Si vince, si perde, si pareggia, l’entusiasmo e l’amore per questa squadra è unico. C’è invidia anche per questo.

Juvenews.eu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy