Juventus: primo semestre in rosso per 6,7 mln, +0,6% i ricavi

Juventus: primo semestre in rosso per 6,7 mln, +0,6% i ricavi

Risultato 2014/2015 “a oggi previsto ancora in perdita” (Il Sole 24 Ore Radiocor) – Milano, 27 feb – Nel primo semestre terminato il 31 dicembre dell’esercizio 2014/2015 Juventus Football Club ha accusato perdite per 6,7 milioni di euro, da un utile per 4,8 milioni un anno prima, su ricavi in…

Risultato 2014/2015 “a oggi previsto ancora in perdita” (Il Sole 24 Ore Radiocor) – Milano, 27 feb – Nel primo semestre terminato il 31 dicembre dell’esercizio 2014/2015 Juventus Football Club ha accusato perdite per 6,7 milioni di euro, da un utile per 4,8 milioni un anno prima, su ricavi in rialzo dello 0,6% a 156,2 milioni. Lo comunica la squadra di calcio bianco-nera, il cui indebitamento finanziario netto a fine dicembre e’ salito a 224 milioni (da 206 milioni al 30 giugno 2014) e il cui patrimonio netto era pari a 35,5 milioni, da 42,6 milioni il 30 giugno 2014. La societa’ ha spiegato le perdite nette in particolare con “una diminuzione dei proventi da gestione diritti calciatori per 6,6 milioni, incrementi degli oneri da gestione diritti calciatori per 2,3 milioni e del costo del personale per 5,4 milioni”. Juventus ha anche precisato che le plusvalenze nette generate dalle cessioni (di diritti pluriennali alle prestazioni sportive dei calciatori) erano pari a 4,7 milioni.

 

Il risultato dell’intero esercizio, “a oggi previsto ancora in perdita”, rileva la Juventus, “sara’ influenzato da incrementi dei costi relativi alla gestione sportiva e dalle variazioni, anche rispetto ai ricavi attesi, che deriveranno dai risultati sportivi effettivamente conseguiti in Italia e in Europa. Obiettivo della societa’ e’ consolidare il trend di miglioramento dei risultati economici evidenziato nel corso degli ultimi tre esercizi”. A Piazza Affari i titoli Juventus sono giu’ dello 0,9%.

Finanza-mercati.ilsole24ore.com/

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy