Juventus-Livorno formazioni

Juventus-Livorno formazioni

Messe da parte le polemiche verbali con il Napoli la Juventus si rituffa sul campionato e punta a tornare al successo lunedì sera (ore 19) contro il Livorno per tenere a distanza le rinnovate velleità della Roma. Conte recupera anche Ogbonnaoltre a Peluso e può far rifiatare sia Bonucci, con…

Messe da parte le polemiche verbali con il Napoli la Juventus si rituffa sul campionato e punta a tornare al successo lunedì sera  (ore 19) contro il Livorno per tenere a distanza le rinnovate velleità della Roma. Conte recupera anche Ogbonnaoltre a Peluso e può far rifiatare sia Bonucci, con lo spostamento di Chiellini al centro, che Asamoah. Davanti sta bene Tevez che non vuol saltare la partita: l’Apache sarà titolare al fianco di Llorente. Alla Gazzetta ha parlato il dgMarotta che ha toccato diversi temi: “Quest’anno, è probabile che la perdita di bilancio sia superiore all’anno scorso. Comunque, bisogna trovare giocatori duttili e polivalenti per il progetto, che può prevedere la possibilità di utilizzare più moduli. Abbiamo investito in questi anni su diversi giovani che si stanno mettendo in mostra in giro per l’Italia. Faremo in modo di riportare dentro alcuni di loro”. Sull’interessamento per Scuffet ha detto:

 

 

“Si vede che Scuffet è bravo, ci sono tutte le premesse perché diventi il Buffon del futuro, anche grazie agli insegnamenti del maestro Lorenzo Di Iorio, il preparatore dei portieri dell’Udinese. Ma considerarlo oggi un fenomeno è un azzardo. Noi, per esempio, abbiamo un giovane bravo come Leali che sta giocando in B. Bisogna avere pazienza coi giovani”.Sul livello del campionato italiano il dg bianconero è tornato su una vecchia polemica con Capello: “Da qualcuno è stato definito poco allenante, dal punto di vista dello stress e delle motivazioni è altamente allenante. A Catania, nonostante ci fosse una differenza di 55 punti tra noi e loro, hanno giocato la partita della vita. La differenza con l’estero sta qui, nelle difficoltà che le big incontrano quando giocano con le provinciali. La Serie A a 18 squadre  allenterebbe il calendario e i giocatori sarebbero meno affaticati”. Infine sulla moviola in campo: “La Juve è fortemente contraria alla moviola in campo: snaturerebbe il gioco del calcio, che si fonda sulla continuità dell’azione. Peraltro le immagini della tv non sempre stabiliscono la verità. La tecnologia sarebbe utile sul gol-non gol”.  Nel Livorno mancherà l’infortunato Mbaye. Di Carlo è intenzionato a schierare la difesa a quattro con Ceccherini e Mesbah esterni bassi, al centro, con Emerson infortunato, duello tra Valentini, Castellini e Coda. A centrocampo spetterà a Benassi, Biagianti e Duncan alzare la diga per evitare l’onda bianconera, Greco farà da collante tra centrocampo e attacco, in avanti al fianco di Paulinho, ballottaggio tra Belfodil ed Emeghara con l’ex interista favorito.

LE FORMAZIONI. Queste le probabili formazioni di Juventus e Livorno che si affrontano lunedì alle 19:

Juventus (3-5-2): Buffon; Caceres, Chiellini, Ogbonna; Lichtsteiner, Pogba, Pirlo, Marchisio, Peluso; Llorente, Tevez. All. Conte

Livorno (4-4-2): Bardi; Ceccherini, Castellini, Rinaudo, Mesbah; Benassi, Biagianti,  Duncan, Greco; Paulinho, Belfodil. All.: Di Carlo

Sportevai.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy