Juventus, l’inchiesta sui giovani bianconeri

Juventus, l’inchiesta sui giovani bianconeri

TORINO – La Juve sabato scorso è volata a Bruxelles per seguire dal vivo Witsel, obiettivo di mercato per l’estate. Ma in Belgio l’emissario bianconero è stato testimone anche dell’esordio nella Nazionale maggiore di Cipro di Grigoris Kastanos. Più giovane rispetto a Witsel (il cipriota ha appena 17 anni) e…


TORINO – La Juve sabato scorso è volata a Bruxelles per seguire dal vivo Witsel, obiettivo di mercato per l’estate. Ma in Belgio l’emissario bianconero è stato testimone anche dell’esordio nella Nazionale maggiore di Cipro di Grigoris Kastanos. Più giovane rispetto a Witsel (il cipriota ha appena 17 anni) e più offensivo (trequartista o mezza punta), ma soprattutto già juventino. Arrivato lo scorso anno a Torino, da questa stagione – seppur sotto età – Kastanos è entrato in pianta stabile nella Primavera bianconera di Fabio Grosso. Sarà anche la selezione di Cipro e non la Seleçao, ma il salto dalle giovanili è comunque grande. I sei minuti abbondanti contro i vari Hazard e Nainggolan valgono come un marchio di qualità. E se in patria lo hanno etichettato in tempi non sospetti il “Messi di Cipro”, alla Juve volano più bassi, seppur consapevoli di avere tra le mani un bel diamante sul quale lavorare per il futuro.

La scheda tecnica – Trequartista, fantasista, ma anche mezz’ala. Kastanos è un concentrato di tecnica, un mancino puro. E’ sveglio, parla bene l’italiano e a Vinovo aveva legato soprattutto con il greco Donis, a gennaio trasferitosi in prestito al Sassuolo. La Juve lo ha scovato lo scorso anno nelle selezioni giovanili cipriote. In seguito gli scout bianconeri lo hanno visto e rivisto, fino all’ok di Javier Ribalta, il responsabile del settore. Prima di essere tesserato, il cipriota classe ‘98 ha superato anche un breve periodo di prova a Vinovo. Provino passato a pieni volti, con tanto di apprezzamenti giunti anche da Pavel Nedved. […]

 

 

 

 

Coman in rampa  – Se il “Messi di Cipro” rappresenta il futuro, Kingsley Coman è già parte del presente della Juventus. Allegri apprezza parecchio il 18enne francese, a tal punto da non averlo voluto prestare né ad agosto né a gennaio. In casa Juve sono convinti che seguirà le orme di Pogba, che a Torino era sbarcato più “vecchio” di un anno. Coman è stata un’intuizione di Paratici e in questa stagione ha collezionato 14 presenze e 1 gol (bellissimo e applauditissimo da Agnelli) in Coppa Italia contro il Verona. Allenarsi vicino a Tevez di sicuro gli ha fatto bene. Coman lo ha dimostrato nei giorni scorsi trascinando l’Under 19 francese con una doppietta. Squilli che non sono sfuggiti ad Allegri, orientato ad aumentare il minutaggio dell’ex Psg in questo finale di stagione. (Tuttosport.com)


0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy