Juventus, Conte: “Orgogliosi di essere l’unica italiana in Europa. Preoccupato dopo Napoli? Zero”

Juventus, Conte: “Orgogliosi di essere l’unica italiana in Europa. Preoccupato dopo Napoli? Zero”

“Quanto la condizione psicofisica della Juventus mi preoccupa in vista del prosieguo di stagione? Zero”. La conferenza stampa di Antonio Conte, di vigilia dei quarti di Europa League è tutta qui. Nel lampo d’orgoglio e di fiducia del tecnico bianconero. Che per il resto incassa con soddisfazione i complimenti dell’avversario…

“Quanto la condizione psicofisica della Juventus mi preoccupa in vista del prosieguo di stagione? Zero”. La conferenza stampa di Antonio Conte, di vigilia dei quarti di Europa League è tutta qui. Nel lampo d’orgoglio e di fiducia del tecnico bianconero. Che per il resto incassa con soddisfazione i complimenti dell’avversario del Lione Remy, e li restituisce incensando l’attacco dei transalpini, che ha studiato appositamente. La sconfitta col Napoli per Conte è “fisiologica”. Nessun allarme, dunque. E Marchisio, al suo fianco, si stupisce persino delle tante critiche piovute sulla Juve dopo un solo passo falso.

 

 

CONTE — “Il Lione è un’ottima squadra, che ha nel reparto offensivo il punto di forza, come qualità e forza fisica. Abbiamo studiato Gomis e Lacazette. Il fatto di essere per il secondo anno consecutivo l’ultima portacolori dell’Italia in Europa ci dà un po’ di pressione, ma ci inorgoglisce. La Roma che gioca stasera in campionato? La testa è qui a Lione…I francesi si rammaricano perché hanno tanti giocatori infortunati? E’ una bella lotta… Abbiamo ormai da parecchio tre soli difensori disponibili. Napoli? Una sconfitta fisiologica dopo tante vittorie. Mi auguro che ci dia ulteriore forza (rabbia, ndr) per il rush finale di stagione. Già da domani sera. Il paragone di Remy che ci mette alla pari col Psg? E’ un complimento, significa che in questi tre anni abbiamo fatto passi da gigante. Poi dovremo dimostrare sul campo di meritarci questo attestato di stima”. Poi cala l’asso: “Se la condizione psicofisica della squadra mi preoccupa? Zero”. Punto.

 

MARCHISIO — Il centrocampista torinese torna titolare, sostituirà lo squalificato Vidal: “Napoli? Quella partita bisogna ricordarsela, per migliorare. Abbiamo subito la possibilità di rifarci in Europa. L’ondata di pessimismo conseguente al k.o.? Sì mi ha stupito leggere articoli che parlavano di crisi della Juventus, di fine della tirannia in Italia, dopo la sconfitta del San Paolo. Eppure questa squadra da 3 anni sta crescendo. E continuerà a farlo”. (Gazzetta dello Sport)
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy