Juventus, classifica Uefa per club, sale al 21° posto

Juventus, classifica Uefa per club, sale al 21° posto

TORINO – Obiettivo, riportare la Juventus tra le prime otto squadre d’Europa. L’ha detto Massimiliano Allegri, in conferenza stampa, al momento di insediarsi ufficialmente sulla panchina bianconera. E, prima ancora (patti chiari, amicizia lunga), lo ha chiesto Andrea Agnelli (a Massimiliano Allegri) al momento di formalizzare l’investitura del nuovo tecnico…

TORINO – Obiettivo, riportare la Juventus tra le prime otto squadre d’Europa. L’ha detto Massimiliano Allegri, in conferenza stampa, al momento di insediarsi ufficialmente sulla panchina bianconera. E, prima ancora (patti chiari, amicizia lunga), lo ha chiesto Andrea Agnelli (a Massimiliano Allegri) al momento di formalizzare l’investitura del nuovo tecnico e siglare un contratto biennale. Ebbene, sino ad ora non si può dire che il Conte Max non abbia preso sul serio la sua mission, giungendo al secondo posto del gironcino di Champions League e ottenendo la qualificazione agli ottavi di finale (da disputarsi contro il Borussia Dortmund, a partire da martedì prossimo).

NUOVA CLASSIFICA – La qualificazione agli ottavi era una sorta di minimo sindacale, ma che in termini economici rappresentava una variabile mica da poco visti gli introiti frutto del passaggio del turno e della divisione del market pool e dei bonus vittoria e degli incassi da stadio e via a seguire… Ma anche in termini di ranking Uefa, il secondo posto nel girone ha consentito ai bianconeri di rosicchiare punti importanti (precisiamo che i ranking club per coefficienti si basano sui risultati ottenuti dai club nelle cinque precedenti stagioni di Champions League ed Europa League: i ranking determinano le teste di serie nei sorteggi). Ieri c’è stata la certificazione concreta, in questo senso: la Uefa ha diramato le nuove classifiche dalle quali risulta che il club di Agnelli si attesta al 21° posto, alle spalle del Milan: 80.668 contro 81.668. Per la cronaca, al primo posto della classifica c’è il Real Madrid a quota 164.714, seguito dal Barcellona (148.714) e Bayern Monaco (146.340). Con la disputa del prossimo turno di Champions League, sarà sorpasso e la Juventus conquisterà il 20° posto ai danni dei rossoneri risultando la miglior squadra italiana secondo i coefficienti del massimo organismo europeo, la Uefa appunto. Non si tratta di un dettaglio, no di certo. Soprattutto considerando l’escalation degli ultimi 5 anni, che di fatto ha azzerato il gap figlio della retrocessione in serie B e delle due stagioni giocoforza senza coppe (2006-07 e 2008-09), nonché delle due stagioni successive – sotto la gestione di Ciro Ferrara e Gigi Del Neri – in cui l’andamento nello coppe è stato a dir poco deludente. Dall’arrivo di Antonio Conte in poi (quarti di finale di Champions League nel 2012-13 e semifinale di Europa league nel 2013-14) la Juventus è riuscita a risalire la china, gettando appunto le basi per un ritorno nelle zone calde della graduatoria, nei posti che contano.

L’ITALIA – Vien da sé, come lo stesso Allegri ha specificato anche di recente, che il buon andamento della Juventus in Champions League tornerà utile non soltanto per il club nello specifico, ma in generale per l’intero movimento calcistico Nazionale. «Noi puntiamo ai risultati: bisogna fare qualcosa di concreto per il nostro calcio, e migliorare la posizione dell’Italia nel ranking è un bene per tutti. E’ sinonimo di maggior credibilità». Nella classifica per Nazioni, l’Italia è ora al 4° posto con 63.343 punti, davanti al Portogallo (60.382 punti) e alle spalle della Germania (76.700 punti). Ai primi due posti, Spagna (93.570) e Inghilterra (79.391). Che, a differenza dell’Italia, possono qualificare alle coppe europee 7 club all’anno, contro 6.

TUTTOSPORT.IT

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy