Juve stregata da Rabiot

Juve stregata da Rabiot

TORINO – Il 3 aprile ha compiuto 19 anni, ma non ha avuto il tempo di festeggiare come si conviene. Perché il pensiero del campo, del Paris Saint-Germain, degli obiettivi da raggiungere, ha prevalso su tutto il resto. E a ben guardare, i risultati gli stanno dando ragione. Con un…

TORINO – Il 3 aprile ha compiuto 19 anni, ma non ha avuto il tempo di festeggiare come si conviene. Perché il pensiero del campo, del Paris Saint-Germain, degli obiettivi da raggiungere, ha prevalso su tutto il resto. E a ben guardare, i risultati gli stanno dando ragione. Con un solo, grande, nodo da sciogliere di qui a giugno: ha il contratto in scadenza nel 2015 e per ora il prolungamento è ipotesi lontana dal realizzarsi. Il ragazzo dai folti capelli ricci si chiama Adrien Rabiot, fu lanciato da Carlo Ancelotti e Leonardo all’età di 17 anni e 4 mesi e da allora ha fatto passi da gigante. Nel mezzo dei campioni che vestono la maglia del Psg si destreggia con la sfrontatezza di chi sa già di avere un futuro radioso davanti a sé. E con 22 presenze stagionali non è l’ultimo arrivato fra i “mostri sacri” al servizio di Laurent Blanc. Gli osservatori della Juve sono rimasti stupiti dalla particolare naturalezza con cui il giocatore sa agire nel cuore del centrocampo, sia da mediano che da mezz’ala pura, pronta ad “affrontare” le caviglie avversarie o inserirsi senza palla con eguale irriverenza.

CUORE DI MAMMA – La sua storia lo condusse prima al Manchester City, dove svolse un rapido provino (anche perché il papà subì un incidente d’auto che gli provocò gravissime lesioni), quindi passò al Pau, prima di abbracciare il Psg. Sei mesi in prestito al Tolosa e poi il ritorno alla casa madre (a proposito: la mamma Veronique gli fa da manager e ha già avuto contatti con il club bianconero) dove sta disputando la prima vera stagione da (quasi) titolare. Nell’annata in corso ha dovuto fare i conti con due lievi infortuni al ginocchio. Nell’Under 19 ha già giocato 20 partite, meno nell’Under 21 allenata dall’ex difensore dei Bleus, Willy Sagnol, dove si sta facendo le ossa prima di sbarcare fra i grandi. In quale posizione giocherebbe nella Juve di Antonio Conte? Rabiot sa fare il mediano nel 4-2-3-1, ma soprattutto la mezz’ala nel 3-5-2.

fonte: tuttosport

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy