Juve, sospesa la sentenza per la squalifica della curva bianconera. Il comunicato

Juve, sospesa la sentenza per la squalifica della curva bianconera. Il comunicato

TORINO – Sospesa fino al 3 settembre l’esecuzione della sentenza di squalifica per un turno della curva sud dello stadio bianconero. Di seguito il comunicato del Collegio di Garanzia: “Il Presidente del Collegio di Garanzia dello Sport, Franco Frattini, relativamente al ricorso presentato il 5 agosto dalla Juventus contro la…

TORINO – Sospesa fino al 3 settembre l’esecuzione della sentenza di squalifica per un turno della curva sud dello stadio bianconero. Di seguito il comunicato del Collegio di Garanzia: “Il Presidente del Collegio di Garanzia dello Sport, Franco Frattini, relativamente al ricorso presentato il 5 agosto dalla Juventus contro la Federcalcio avverso la decisione della Corte Sportiva di Appello Figc, di cui al C.U. n. 7/CSA 2015/2016, con cui, in parziale riforma della sentenza del Giudice Sportivo presso la Lega Serie A, è stata comminata alla società la sanzione dell’obbligo di disputare una gara con il settore dello Juventus Stadium denominato ‘Tribuna Sud’ a porte chiuse, oltre l’ammenda pari ad euro 30.000, a seguito dei fatti occorsi durante la partita Torino-Juventus, disputatasi allo Stadio Olimpico di Torino il giorno 26/4/2015. Ritenuta d’ufficio la sussistenza, nel caso di specie, di profili di rilevanza e di principio tali da determinare la pronuncia delle Sezioni Unite, in relazione alla materia del contendere ed ai suoi effetti sul piano dell’ordinamento sportivo. 

 

Preso atto della complessità della questione proposta; considerata la necessità di disporre d’ufficio un approfondimento istruttorio su elementi ritenuti rilevanti ai fini della decisione e riguardanti lo svolgimento dei fatti, la dinamica e il presunto autore del gesto violento; considerato che la prima giornata di Campionato di Calcio di Serie A è fissata in data 22-23 agosto 2015 e che l’impossibilità di una ravvicinata trattazione del merito, per le suesposte ragioni, fa sì che le situazioni subiettive della società ricorrente possano subire pregiudizio in ragione della decorrenza del termine; ritenuto, pertanto, che ricorrono sufficienti giustificazioni circa la sussistenza di caso di particolare gravità ed urgenza, ai fini dell’adozione del provvedimento cautelare; ha sospeso l’esecuzione della decisione impugnata fino al 3 settembre 2015 e ha fissato l’udienza per l’esame della sospensiva e del merito al 3 settembre 2015, ore 10.30, dinanzi alle Sezioni Unite”.

Juvenews.eu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy