PIRLO: “Meglio lasciare prima che altri mi mandassero via”

PIRLO: “Meglio lasciare prima che altri mi mandassero via”

TORINO – Andrea Pirlo, intervenuto in esclusiva ai microfoni de la Gazzetta dello Sport, ha voluto precisare le motivazioni del suo addio ai colori bianconeri: “Ci avevo pensato già da un po’ di mesi. Certo, perdere a Berlino mi ha fatto riflettere di più. Certe partite così importanti difficilmente le…

TORINO – Andrea Pirlo, intervenuto in esclusiva ai microfoni de la Gazzetta dello Sport, ha voluto precisare le motivazioni del suo addio ai colori bianconeri: “Ci avevo pensato già da un po’ di mesi. Certo, perdere a Berlino mi ha fatto riflettere di più. Certe partite così importanti difficilmente le avrei rigiocate e dopo aver vinto 4 campionati questo era il momento migliore per andarsene. Le mie gare le avrei fatte comunque. Ma l’idea di non essere più con certezza un protagonista assoluto un po’ ha pesato. Perché magari non mi sarei sentito più bene con me stesso. Ho preferito decidere da solo prima che fossero altri”.

 

Ora inizia la sfida americana: “Non ho avuto dubbi, dopo il grande calcio volevo la Mls. La seguivo in tv e mi piaceva. Non mi sono consultato con nessuno. Né Giovinco né altri. Ho deciso e basta. E il fatto di poter giocare a New York ha fatto il resto. Non so se avrei accettato un’altra città. E poi allo stadio c’è aria di festa, mica come da noi. È una grande sfida e a me le sfide piacciono. Questa squadra sei mesi fa non esisteva. Un po’ come quando sono arrivato alla Juve. In un certo senso eravamo partiti da zero anche lì. Ho fatto quattro stagioni fantastiche, trovato un gruppo vincente che ha portato risultati formidabili”. Poi arriva al capitolo Nazionale: “Conte osserva tutti quelli che giocano all’estero. La Mls è una Lega di qualità e importante come le altre Leghe europee. Toccherà a noi meritarci la convocazione. Chi sa giocare a calcio può farlo ovunque. Lo sta dimostrando Giovinco che va alla grande. Sono abituato a fare 60 gare a stagione, tre alla settimana. Il caldo lo abbiamo pure noi e c’è per tutti. Unico piccolo problema è che vengo da un mese di vacanze e avrò bisogno di un po’ di tempo per essere al top”.

Juvenews.eu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy