Juve-Pescara, Allegri: “Non si può parlare ancora di fuga. Mercato? A gennaio è difficile.. “

Juve-Pescara, Allegri: “Non si può parlare ancora di fuga. Mercato? A gennaio è difficile.. “

L’allenatore bianconero ha parlato dopo la vittoria contro il Pescara

TORINO – Intervenuto ai microfoni di Premium Sport l’allenatore della Juve Massimiliano Allegri ha parlato dopo la vittoria contro il Pescara: “I tre punti di oggi valgono come quelli di Milano che non abbiamo preso, il campionato è lungo e bisogna arrivare a un tot di punti per vincerlo. Oggi era difficile perché si veniva dopo la sosta e perché il Pescara ha sempre giocato buone partite, ci hanno tolto spazio nel primo tempo e hanno avuto due occasioni buone. Fuga? No, la Roma deve ancora giocare, oggi i ragazzi sono stati bravi comunque a portare a casa la vittoria. Io non so cosa fa la Roma, la Juventus ha una sua identità e questa va trasformata in campo per ottenere le vittorie, bisogna ottenere i risultati con o senza il gioco. Parlare di mercato non ha senso, migliorare questa rosa è difficile, specialmente a gennaio, la società ha dimostrato di lavorare per migliorare la squadra. Stanno crescendo molto i giovani, dobbiamo aspettare i rientri di Dybala e Pjaca, la rosa è già competitiva, Gli obiettivi sono tre, ovvero qualificazione in Champions, la Supercoppa e mantenere il primato in classifica. A Pescara sono molto legato, stasera hanno fatto una buona prestazione e ha difeso meglio delle altre partite, l’obiettivo loro è arrivare quartultimi, glielo auguro. Higuain ha fatto gol prima di andare in Nazionale, ha già segnato 10 reti tra campionato e Champions, oggi ha fatto una prestazione importante tra le linee, si è sacrificato in un ruolo che di solito è di Dybala. Lui ha una tecnica straordinaria e oggi l’ha messa a disposizione 20 metri più dietro. Khedira? Sta giocando il triplo delle partite rispetto agli ultimi anni, ne sta giocando veramente tante ma è un giocatore di spessore internazionale e lo sta dimostrando. Alex Sandro è importante così come tutti gli altri giocatori, deve ancora crescere molto perché tende a gigioneggiare in certe situazioni, perdendo così tante energie. È sicuramente uno dei primi tre terzini al mondo. Sono contento anche per Hernanes, ha fatto un altra buona prestazione e il gol è la ciliegina che meritava. Il derby di Milano? Sarà bellissimo, spero che sia una bella partita e sicuramente la vedrò in televisione, magari un bel pareggio..”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy