Juve, Moggi: “Conte starà fermo un anno. Niente nazionale per lui”

Juve, Moggi: “Conte starà fermo un anno. Niente nazionale per lui”

TORINO – A Radio Crc, più precisamente all’interno della trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Luciano Moggi, per commentare la bufera che ha colpito la Juventus dopo le dimissioni di Conte. Ecco il pensiero dell’ex dirigente bianconero in merito alla scelta dell’ex tecnico ed alla decisione…

TORINO – A Radio Crc, più precisamente all’interno della trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Luciano Moggi, per commentare la bufera che ha colpito la Juventus dopo le dimissioni di Conte. Ecco il pensiero dell’ex dirigente bianconero in merito alla scelta dell’ex tecnico ed alla decisione della società di prendere Allegri come successore: “Un allenatore non è un papa per cui anche se è difficile, si può sostituire. A Napoli ho vinto un campionato con un allenatore un po’ criticato. Una premessa è d’obbligo, Mancini non era ipotizzabile per cui il sostituto di Conte non poteva essere che Allegri (definito “un aziendalista”) . Al momento attuale, il gap non è stato colmato né con la Roma, né col Napoli. Poi, se si comincia a vendere, potrebbe cambiare qualcosa.

 

La Juventus può ancora vincere in Italia e la squadra con rinforzi equilibrati, può competere con Real Madrid, Barcellona o Bayern Monaco. Antonio Conte starà fermo un anno. Il tecnico non ha consegnato le dimissioni per andare altrove, niente Nazionale. Ora, Napoli e Roma avranno più coraggio e probabilmente faranno più di quanto avrebbero voluto fare. Al Napoli occorre un centrocampista che sappia dettare i tempi anche perché la squadra è già forte, ma se si punta a vincere il campionato, qualcosa si può fare sul mercato”. (calcioweb.eu)

Juvenews.eu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy