Juve, Marchisio ha voglia di impresa: “Andiamo a +6 sull’Atletico”

Juve, Marchisio ha voglia di impresa: “Andiamo a +6 sull’Atletico”

La Juventus ha iniziato la nuova stagione così come aveva chiuso quella passata: inanellando vittorie su vittorie. Ma la grande differenza tra la squadra del record di punti in campionato e la nuova truppa di Allegri non è solo la guida tecnica. Se c’è una sorpresa nella “nuova” Juventus, questa…

La Juventus ha iniziato la nuova stagione così come aveva chiuso quella passata: inanellando vittorie su vittorie. Ma la grande differenza tra la squadra del record di punti in campionato e la nuova truppa di Allegri non è solo la guida tecnica. Se c’è una sorpresa nella “nuova” Juventus, questa non può essere che Claudio Marchisio, splendido nel ruolo – quasi inedito – di regista centrale: “Già l’anno scorso – spiega il centrocampista torinese -, ho giocato nel ruolo di Andrea (Pirlo ndr), quest’anno c’è stata l’opportunità di continuare e mi trovo sempre più a mio agio, anche se continuo a considerarmi una mezzala. Sarà l’allenatore a decidere, ma da parte mia la disponibilità ci sarà sempre”.

 

FARE STRADA IN EUROPA — Marchisio ammette di non aver subito un brusco contraccolpo passando dai metodi di Antonio Conte a quelli di Allegri: “Con il nuovo staff ci troviamo tutti bene – dice il centrocampista torinese a Sky Sport 24 -. Il fatto di avere la fiducia dell’allenatore è importante, ti fa sentire sereno e pronto a ogni tipo di situazione”. Il passo importante, però, sarà fare strada in Europa, dove la Juventus regina dell’ultimo triennio italiano, non ha mai brillato come in campionato: “In questi anni c’è mancato il salto di qualità in Europa, ora siamo partiti bene vincendo in casa la prima partita e dobbiamo andare avanti così”. Alle porte, lo scontro diretto con i vice campioni in carica: “Giocheremo la prossima gara contro una grande squadra come l’Atletico, vincere a Madrid sarebbe molto importante perché portarsi a +6 su di loro non sarebbe male, però in questo girone abbiamo visto che non ci sono gare facili. Bisognerà fare attenzione anche all’Olympiacos”.

BANDIERA — Torinese e juventino, Marchisio ha sempre giocato con la maglie bianconera, ad eccezione di una stagione in prestito ad Empoli. Il “principino” è una delle ultime bandiere del calcio italiano: “Quando si ha la fortuna che ho avuto io, ma anche Totti, De Rossi e altri campioni, bisogna restare sempre a un alto livello di rendimento – spiega Marchisio – e vedere se nel percorso che si fa insieme, resta tutto perfetto nei rapporti con la società e con i tifosi, ma anche nelle prestazioni del giocatore. Non è assolutamente facile diventare una bandiera in un grande club”. (gazzetta.it)

Juvenews.eu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy