JUVE-LAZIO 4-1 – Conte: ‘La conferenza di ieri? Solo…’

JUVE-LAZIO 4-1 – Conte: ‘La conferenza di ieri? Solo…’

Ecco le parole di Antonio Conte ai microfoni di Sky Sport nel postpartita di Juventus-Lazio: “Ora c’è la sosta, quindi c’era necessità di allenarsi un poco, per questo pensavo agli allenamenti subito dopo la partita. Vincere di nuovo contro la Lazio facendo 4 goal è indice di una buona condizione:…

Ecco le parole di Antonio Conte ai microfoni di Sky Sport nel postpartita di Juventus-Lazio:  “Ora c’è la sosta, quindi c’era necessità di allenarsi un poco, per questo pensavo agli allenamenti subito dopo la partita. Vincere di nuovo contro la Lazio facendo 4 goal è indice di una buona condizione: stiamo smaltendo i carichi del ritiro. Siamo partiti col piede giusto: sono contento perché quello di oggi era avversario ostico. Questo deve darci fiducia, ma non deve farci mai allentare la tensione. La mia conferenza di ieri? Non un mal di pancia, solo delle riflessioni”.

Conte poi ha aggiunto: “Noi siamo partiti forte, 25 minuti spettacolari per intensità e gioco, ma sul goal loro abbiamo abbassato i ritmi, eravamo meno aggressivi e loro sono arrivati spesso al tiro con delle percussioni centrali. Dobbiamo migliorare, ma vanno dati anche i meriti ai vari Klose, Lulic, Candreva che se hanno spazio sanno ripartire. Qualcuno che corre per quattro? Noi in fase di possesso creiamo molte difficoltà agli avversari, quando utilizzi tanti giocatori in fase offensiva poi rischi di subire i contropiede, ma oggi siamo stati bravi. Bisogna migliorare, la pressione dei centrocampisti in alcuni momenti non è stata ottimale. Poi nella ripresa abbiamo ripreso il pallino con il goal di Mirko”.

Infine, il tecnico ha dichiarato: “Oggi ci sono tante cose positive, ma se vogliamo costruire dobbiamo individuare anche gli errori. Ringrazio i miei ragazzi che sono straordinari. Juve indebolita? Io volevo dire ciò che ho detto: si può essere d’ accordo o meno, ma concentriamoci sul campo. Vogliamo lavorare, fare bene e dare soddisfazione ai tifosi. Tevez e Vucinic titolari? C’è un vecchio detto: ‘squadra che vince non si cambia’. A parte questo, abbiamo potuto schierare sempre gli stessi in queste prime 3 gare, ma al rientro c’è l’ Inter e la Champions: è inevitabile che ci sarà turnover, non solo in attacco. Abbiamo bisogno di tutti, loro lo sanno. Marrone? Parte, perché mi ha salutato. Mi dispiace quando partono questi ragazzi perché ho vissuto bei momenti con loro. Non so dove va, non me l’ha detto”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy