JUVE-INTER 3-1 Quando il gioco si fa duro…

JUVE-INTER 3-1 Quando il gioco si fa duro…

TORINO – Troppa Juventus per questa Inter, strapazzata in lungo e in largo dai Campioni d’Italia: i ragazzi di Conte, con una solida prova di forza, si impongono con un 3-1 anche un po’ bugiardo, a giudicare dalla disprità vista in campo. Decidono le reti di Lichtsteiner, Chiellini e Vidal;…

TORINO – Troppa Juventus per questa Inter, strapazzata in lungo e in largo dai Campioni d’Italia: i ragazzi di Conte, con una solida prova di forza, si impongono con un 3-1 anche un po’ bugiardo, a giudicare dalla disprità vista in campo. Decidono le reti di Lichtsteiner, Chiellini e Vidal; a poco serve il gol della bandiera nerazzurro firmato da Rolando a 20′ dalla fine.

La Juventus parte subito forte e sfiora il vantaggio dopo pochi minuti con Tevez, ma Handanovic con un doppio intervento miracoloso nega il gol all’Apache. Rete che arriva al quarto d’ora, quando Pirlo con uno dei suoi soliti lanci millimetrici premia l’inserimento di Lichsteiner nel cuore dell’area nerazzurra: colpo di testa chirurgico dello svizzero che non lascia scampo all’estremo difensore sloveno e Juventus meritatamente in vantaggio. La squadra di Conte, padrona del campo, continua a fare la partita; gli ospiti, dal canto loro, accusano la rete bianconera e hanno qualche minuto di sbandamento, ma la Juventus non riesce ad approfittarne per colpire ancora. Un Tevez indemoniato in attacco e un Pirlo ispiratissimo al rientro in cabina di regia sono le note migliori di questo primo tempo tutto di marca bianconera che si conclude sull’ 1-0 per i Campioni d’Italia.

Nemmeno il tempo di rientrare in campo e la Juventus, più spietata che mai, raddoppia con Chiellini, bravo ad approfittare dell’errore di Nagatomo che lascia il pallone a Pogba sugli sviluppi di un calcio d’angolo, dopo una mischia selvaggia. 2-0 e partita in ghiaccio. Mazzarri tenta la mossa della disperazione inserendo Milito al posto di un pessimo Kuzmanovic, ma il copione non cambia e la Juventus dilaga, andando a segno per la terza volta al 55′: stavolta è Arturo Vidal a siglare il suo 11° centro in campionato con un tiro improvviso dopo una carambola tra Pogba e Rolando. La nota stonata, a volerne proprio trovare una, è l’infortunio che costringe Andrea Barzagli a lasciare il campo (al suo posto dentro Caceres) per un infortunio. Al 72′ l’Inter accorcia le distanze con Rolando, che sugli sviluppi di un corner calcia di potenza e insacca nell’angolino alla destra di Storari. Il gol del difensore capoverdiano, comunque, non cambia le carte in tavola, tanto che la Juve avrebbe anche l’opportunità di calare il poker nei minuti restanti, ma prima Tevez calcia alto sopra la traversa, poi Vucinic, subentrato a Llorente nel finale, in pieno recupero colpisce il palo. Termina dunque 3-1: l’Inter torna a casa con la coda tra le gambe e la Juventus, nel frattempo, si porta a +9 in attesa del recupero di Roma-Parma.

Juvenews.eu 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy