Il futuro di Tevez potrebbe rovinare la festa Juve. Ecco cosa sta succedendo

Il futuro di Tevez potrebbe rovinare la festa Juve. Ecco cosa sta succedendo

TORINO – Carlitos Tevez non ha ancora deciso cosa farà del suo futuro. Partiamo da questo presupposto che, allo stato attuale delle cose, è l’unica certezza. E’ vero: è molto tentato dall’idea di tornare subito a casa, nella sua Buenos Aires, nel suo Boca, dai suoi amici e soprattutto dai…

TORINOCarlitos Tevez non ha ancora deciso cosa farà del suo futuro. Partiamo da questo presupposto che, allo stato attuale delle cose, è l’unica certezza. E’ vero: è molto tentato dall’idea di tornare subito a casa, nella sua Buenos Aires, nel suo Boca, dai suoi amici e soprattutto dai suoi genitori. Ma è anche vero che sa di aver dato la sua parola ai dirigenti della Juventus e, per uno come lui, il rispetto di un contratto (il suo è fino al 2016) non è un dettagli trascurabile. Anche perché nella Juventus si è finalmente ritrovato a casa. L’affetto dei tifosi, le coccole della società, la stima degli allenatori, il clima dello spogliatoio: non c’è niente che manchi all’Apache nella sua vita torinese, al punto da far dire a Juan Sebastian Veron, che lo conosce piuttosto bene: «Nella Juventus, Carlos ha trovato un altro Boca». Tant’è che, comunque vada a finire la storia, Tevez ha già giurato eterna fedeltà di cuore ai colori bianconeri che ha onorato portando la pesantissima numero 10, primo a farlo dopo Alessandro Del Piero.

 

INCERTEZZA – Ma Tevez cosa farà a giugno? In questo momento lui stesso è incerto: ci sono dei momenti in cui sente maggiormente la nostalgia di casa, altri in cui l’euforia del campo sembra spingerlo a restare ancora un anno. La Juventus aspetta. Ha capito la situazione: non si tratta di un capriccio di calciomercato, ma di una scelta di vita. La dirigenza si tutela nel caso di addio (Cavani più Dybala potrebbe essere un’ottima medicina per curare la… carenza di Tevez) e attende la decisione dell’argentino che dovrebbe dare una risposta entro la fine di maggio.

 

IL SOGNO – Dicono che anche il finale di stagione potrebbe incidere sulla scelta dell’Apache, il primo a credere nel sogno Champions League. Se il miracolo della Coppa dalle grande orecchie dovesse compiersi, per esempio, Tevez potrebbe prendere la decisione dell’addio anticipato con maggiore serenità, quasi come se avesse completato un percorso a cui tiene moltissimo. Viceversa, se il sogno dovesse infrangersi dopo essere stato piuttosto vicino, l’appetito per una grande successo internazionale potrebbe dare la spinta decisiva affinché Tevez decida di rimanere ancora una stagione alla Juventus, prima dell’addio e del suo ritorno in Argentina.

PAROLE AL VENTO – Su tutto questo, il Boca Juniors e il suo attivissimo presidente Angelici non possono incidere per nulla. Le parole e le indiscrezioni che periodicamente rimbalzano da Buenos Aires sono a uso e consumo dell’immagine di Angelici stesso. Il ritorno di Tevez al Boca sarebbe un trionfo clamoroso per lui: anche solo l’ipotesi di rivedere l’Apache in gialloblù ha scatenato un’euforia e un entusiasmo intorno al club che sta distraendo i suoi tifosi dal campionato e dalla Libertadores (dove per altro si stanno godendo un brillantissimo Osvaldo). E questo rende l’idea di quali pressioni influiscono sulla dinamica del futuro di Tevez.

QUANTO VALE? – E a proposito di Boca, ci sarebbe poi il “problemino” dei soldi, perché Tevez è sotto contratto e se decidesse di anticipare l’addio, gli argentini dovrebbero pagare il cartellino. E quanto vale Tevez? Il valore di mercato di un giocatore così decisivo è di almeno 15/20 milioni, considerata l’età. Cifra di cui il Boca non disponde di sicuro. E quindi? Si tratterà a livello di contropartite, soprattutto di talenti emergenti. Ma questa è un’eventualità che alla Juventus non vogliono ancora prendere in considerazione.tuttosport.com

 

Juvenews.eu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy