Juve, prendi Pastore

Juve, prendi Pastore

TORINO – Tre obiettivi da traguardare entro giugno, campionato, Coppa Italia ed Europa League, una squadra da rendere ancora più competitiva in estate per il rilancio in Champions (e non solo). La Juve balla tra le esigenze strette, che poi si concretizzano soprattutto sull’esterno offensivo, e le operazioni da impostare…

TORINO – Tre obiettivi da traguardare entro giugno, campionato, Coppa Italia ed Europa League, una squadra da rendere ancora più competitiva in estate per il rilancio in Champions (e non solo). La Juve balla tra le esigenze strette, che poi si concretizzano soprattutto sull’esterno offensivo, e le operazioni da impostare in questi mesi e realizzare più in là. Ad aiutarci a leggere la situazione sono quattro agenti di calciatori che, oltre a dipingere il quadro all’interno del quale la Juve va disegnando le proprie strategie, regalano suggestioni e spunti di riflessione.

SUAREZ SÌ – «Rinforzare la Juve a gennaio è difficile – il parere di Romualdo Corvino, agente con un canale preferenziale con il campionato olandese –. I giocatori bravi raramente si muovano a gennaio, se non attraverso uno scambio. Leggo a tal proposito di un possibile passaggio di Marchisio allo United in cambio di Nani . Ebbene io non lo farei mai. Terrei il centrocampista, e proverei a prendere l’esterno che nel 4-3-3 sa fare la differenza. Per giugno può essere una buona soluzione per l’attacco Mandzukic , attaccante di prima fascia, ma non tanto più forte di Llorente. Il salto di qualità verrebbe fatto con Suarez , però mi stupirebbe molto l’approdo dell’uruguaiano in Italia. Per i nostri attuali parametri, e la Juve non fa eccezione, costa troppo. Un paio di consigli per gli acquisti? Bruno Martins Indi , difensore centrale anche della nazionale olandese di 21 anni, e Jean Paul Boetius , esterno alto che farebbe molto comodo a Conte, e che deve ancora compiere 20 anni. Entrambi sono del Feyenoord e si trattano dai 7 milioni in su».

PROPOSTA PASTORE – Intrigante quella proposta dall’agente Fulvio Marrucco : «Visto che a Parigi ha incontrato difficoltà inattese, perché la Juve non riporta in Italia l’argentino Pastore ? Su Pogba non ho dubbi. Farebbe bene a rimanere ancora un po’ di tempo in bianconero. Crescere con gli insegnamenti di Conte, e i fatti lo dimostrano, è un valore aggiunto che Pogba deve continuare a sfruttare. Non mi sembra invece che né Nani, né Menez, potrebbero far compiere un salto di qualità alla Juve. Come è un buon giocatore, ma non uno che imprime la svolta Mandzukic. Quel tipo di giocatore sarebbe potuto essere Lewandowski , che però ha già firmato per il Bayern Monaco, oppure penso a Suarez e Cavani.

Pochi acquisti, ma di primissimo livello, questa deve essere la strategia dei bianconeri per puntare, da qui a un paio di stagioni, alla Champions. Il giocatore che porterei subito a Torino è Ross Barkley , centrocampista dell’Everton. Purtroppo non è più una scommessa, ma un calciatore di 20 anni per il quale servono 13, 14 milioni di euro. Il problema resta il solito: non siamo più un campionato che importa campioni, ma che all’opposto li perde. Il calcio italiano resta il migliore dal punto di vista tattico, ma dopo un passaggio in serie A per “studiare” calcio, i big si trasferiscono all’estero».

(fonte tuttosport.com)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy