Juve, De Grandis: “Juve favorita, ma occhio all’entusiasmo del Milan”

Juve, De Grandis: “Juve favorita, ma occhio all’entusiasmo del Milan”

Ora si comincia a fare sul serio. Dopo sole due giornate di campionato, la serie A entra nel vivo, e ci regala subito una partita di cartello, una di quelle che in passato valeva lo scudetto. Domani sera ci sarà Milan-Juventus, e la redazione di “BardelPallone.com” ha contattato il giornalista…

Ora si comincia a fare sul serio. Dopo sole due giornate di campionato, la serie A entra nel vivo, e ci regala subito una partita di cartello, una di quelle che in passato valeva lo scudetto. Domani sera ci sarà Milan-Juventus, e la redazione di “BardelPallone.com” ha contattato il giornalista di Sky Stefano De Grandis per provare ad analizzare questa partita:

Domani sera Milan-Juventus, che partita ti aspetti? “Mi aspetto una partita divertente. Il Milan arriva entusiasta, a punteggio pieno dopo due partite, però la Juventus rimane più forte. Ha la stessa squadra dello scorso anno, con la capacità di fare possesso palla mutuata da Allegri. Il Milan è in ricostruzione, a Parma ha fatto una buona partita. Vedo favorita ancora la Juventus, anche se il fattore campo può diminuire il gap tra le due squadre”.

 

Milan rigenerato da Inzaghi anche se la difesa preoccupa ancora un po’… “Il segreto di Inzaghi è stato quello di essere concreto e umile. Ha preso una squadra che l’anno scorso non ha fatto un buon campionato, e quindi ha cercato di renderla molto pratica. Contro la Lazio ha giocato sostanzialmente in contropiede, ed ha vinto. Contro il Parma c’è stato un miglioramento dal punto di vista del gioco, anche se la difesa ha ballato molto. Il discorso della concretezza difensiva aumenta quando la squadra diventa più solida. Non credo dipenda da una debolezza obiettiva dei difensori, quanto dal fatto che la squadra deve imparare a muoversi da squadra”.

Dove può arrivare questo Milan in campionato?

“Secondo me in Europa League. Non credo possa arrivare tra le prime tra, ma è giusto porsi come obiettivo la Champions League. Deve sperare di scalzare una delle prime tre, considerando che il Napoli è partito con dei problemi che deve ancora superare. Può essere la squadra di rincalzo a quelle deputate ad arrivare in Champions”.

In casa Juve fuori Conte e dentro Allegri. Fino ad ora non si è sentita la differenza…

“Forse la Juventus ha perso il tecnico numero uno in questo momento. Però la Juve, lo scorso anno, ha vinto con tanti punti di vantaggio, quindi il fatto che come squadra avesse dei valori assoluti non era in discussione. Non ci si aspettava cominciasse così bene, perché si pensava che il cambio di allenatore portasse comunque un trauma. Allegri è stato bravo a mantenere le certezze della Juve dell’anno scorso, e a cercare di dare in più la possibilità di passare al possesso palla nei momenti di difficoltà”.

Milan Juventus è anche la sfida tra il vecchio ed il nuovo allenatore rossonero…

“Secondo me è ancora più bravo il ‘vecchio’. Allegri è stato discusso molto a Milano, ma per me rimane un ottimo allenatore. Inzaghi deve ancora crescere”.

Tu hai commentato tante volte questa partita. Ce n’è una che ricordi particolarmente?

Si, un Milan-Juve terminato 1-6. Ho visto uno strapotere bianconero, con un Baresi messo in crisi da Vieri (doppietta). Non avevo mai visto Baresi così in difficoltà. Forse se ne rese conto anche lui, tanto che a fine stagione lasciò il calcio”.

La Juventus in Champions ha vino grazie alla doppietta di Tevez che si sblocca dopo piu di cinque anni. E’ quello che è mancato lo scorso anno per andare avanti?

“Quando non riesci a vincere con la squadra, se i campioni ti fanno vincere è meglio. Se Tevez avesse risolto qualche partita dell’anno scorso, la Juventus magari avrebbe fatto un turno in più, ma non è dipeso da lui. E’ dipeso dal fatto che la Juve non è stata eccezionale in Champions come squadra”.

Juve sempre favorita per lo scudetto?
“E’ giusto darla  favorita perché ha vinto gli ultimi tre scudetti, ed è la stessa squadra. Però la Roma quest’anno mi sembra alla pari. Sarà una sfida molto equilibrata”.

bardelpallone.com

Juvenews.eu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy