Juve, con l’Adidas “ritorno alle stelle”: ce ne saranno tre sul petto

Juve, con l’Adidas “ritorno alle stelle”: ce ne saranno tre sul petto

“La vera gara tra noi e le milanesi sarà tra chi arriverà prima: noi a mettere la terza stella, loro la seconda”. Cosi si pronunciava, in una delle sue storiche citazioni, l’Avvocato Gianni Agnelli. Sarà per questo, dunque, che la Juventus ha rinunciato a cucire le stelle sulle proprie divise…

“La vera gara tra noi e le milanesi sarà tra chi arriverà prima: noi a mettere la terza stella, loro la seconda”. Cosi si pronunciava, in una delle sue storiche citazioni, l’Avvocato Gianni Agnelli. Sarà per questo, dunque, che la Juventus ha rinunciato a cucire le stelle sulle proprie divise che rappresentano le decine di scudetti vinti? Al di là delle ipotesi, sicuramente no. Queste sono state le parole dell’attuale presidente bianconero, Andrea Agnelli, all’epoca del ritorno al tricolore targato Conte: “Abbiamo rispettato le decisioni della giustizia sportiva nel 2006, poi sono venute fuori altre cose. Le successive azioni legali servono a tutelare il nostro club.

 

Abbiamo scelto di togliere completamente le stelle dalla maglia ufficiale perché non riconosciamo il calcolo della Federcalcio che conta 28 scudetti. Per noi quello appena vinto è il trentesimo scudetto e tutti gli juventini sanno di averne vinto trenta sul campo”. Adesso l’indiscrezione è la seguente: la Juventus potrebbe tornare a far mostra, con orgoglio, delle tre stelle sul petto che simboleggiano i 30 scudetti già vinti (ora 32), con rincorsa alla quarta che rappresenterà, in futuro, il traguardo dei 40.
La nuova maglia, che il prossimo anno porterà la firma dell’Adidas in virtù del nuovo contratto che lega la società bianconera al brand tedesco, segnerà dunque una svolta di non poco conto, considerando la scelta societaria di rinunciare alle stelle dal 2012/2013. (spaziojuve.it)

Juvenews.eu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy