Juve, Allegri allontana il “fantasma” di Conte

Juve, Allegri allontana il “fantasma” di Conte

TORINO – “Ad Atene abbiamo sbagliato 45 minuti, è vero, ma non credo che questo possa far sì che la squadra subisca critiche così feroci”. Massimiliano Allegri difende la sua Juventus alla vigilia della partita col Palermo. “La squadra – dice – è stata attaccata ingiustamente”. Allegri si schiera poi…

TORINO – “Ad Atene abbiamo sbagliato 45 minuti, è vero, ma non credo che questo possa far sì che la squadra subisca critiche così feroci”. Massimiliano Allegri difende la sua Juventus alla vigilia della partita col Palermo. “La squadra – dice – è stata attaccata ingiustamente”. Allegri si schiera poi al fianco di Pirlo. “Lui è un giocatore unico in quel ruolo, giocando ritroverà i tempi di gioco e la velocità di azione – dice l’allenatore della Juventus -. Ha bisogno di giocare per trovare il ritmo, deve riprendere a far viaggiare la palla come sa fare, sennò lo squadra ne risente”.  “Stiamo facendo ottimi risultati in campionato” sottolinea il tecnico della Juve Massimiliano Allegri, che allontana il ricordo di Antonio Conte. “E’ un fantasma che aleggia da quando sono arrivato: se non viene a noia a quelli che lo scrivono, figurarsi a me… In tre anni, Conte la squadra e la società hanno ottenuto risultati straordinari, ma non si può sempre parlare di passato, ora bisogna guardare avanti”.

 

Iachini, non giocheremo per pareggiare

Non giocare per il pareggio. È questo il diktat di Beppe Iachini ai suoi in vista della difficilissima trasferta di domani contro la Juventus. “Alla squadra – ha detto nella consueta conferenza stampa della vigilia – ho raccomandato soprattutto una cosa: di non essere passivi. I bianconeri hanno una grande formazione e possono vincere di nuovo il campionato, ma noi dobbiamo mantenere atteggiamento e organizzazione di gioco perché altrimenti avremmo già perso in partenza”. La Juve però non perde in casa da più di un anno. “E’ inutile negarlo – ha sottolineato il tecnico rosanero – loro hanno tante soluzioni: gioco centrale, inserimenti dalle fasce, capacità di segnare con colpi di testa, tiri da fuori. Dovremo stare attenti, quindi, nella fase difensiva ma questo non significa che rinunceremo a giocare. Non temiamo solo Tevez, lui è un giocatore fondamentale ma la Juve ne ha tanti. Quindi bisogna stare attenti su tutti i fronti, essere perfetti”. Il Palermo, come ha chiesto il presidente Maurizio Zamparini, cercherà di proseguire sulla strada tracciata dal successo ottenuto domenica in extremis con il Cesena. “Dobbiamo imparare dai nostri errori. Ne abbiamo fatti diversi – ha ammesso – nelle scorse partite e non abbiamo raccolto quello che potevamo. In questa categoria bisogna essere sempre concentrati, applicati al massimo perché ogni minimo errore può condizionare una partita”. La soluzione può essere l’imprevedibilità. “Dobbiamo puntare sugli inserimenti – ha concluso Iachini – La nostra fantasia può essere un elemento determinante. Davanti abbiamo giocatori di grande qualità che possono anche improvvisare. In più c’è tutto quello che proviamo in settimana e che ci permette di affrontare al meglio i diversi avversari. Di sicuro non potranno mancare l’impegno, l’aggressività, la voglia di attaccare e la concentrazione”. (Ansa.it)

Juvenews.eu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy