Isla: alla Juve ero sempre triste

Isla: alla Juve ero sempre triste

Domenica sarà uno dei grandi protagonisti di Chelsea-QPR, per Mauricio Isla in pochi mesi molte cose sembrano decisamente cambiate. Da rincalzo, seppure di lusso, della Juventus a titolare inamovibile il passo infatti è stato breve. E l’esterno cileno, di certo, non ha nostalgia dei tempi bianconeri. “E’ bello aver trovato…

Domenica sarà uno dei grandi protagonisti di Chelsea-QPR, per Mauricio Isla in pochi mesi molte cose sembrano decisamente cambiate. Da rincalzo, seppure di lusso, della Juventus a titolare inamovibile il passo infatti è stato breve. E l’esterno cileno, di certo, non ha nostalgia dei tempi bianconeri.

“E’ bello aver trovato continuità con questa maglia, all’Udinese giocavo sempre ma alla Juve ero triste perché non giovavo molte partite”, spiega infatti senza troppi giri di parole Isla.

 

 

Che poi si sofferma sulla gara in programma nel fine settimana: “Ho giocato a Stamford Bridge con la Juventus. Sarà durissima, il doppio più difficile della sfida con l’Aston Villa. Dovremo lavorare duro e giocare oltre il 100% delle nostre forza. L’Aston Villa ha buoni giocatori, ma il Chelsea ha molti elementi che hanno vinto tanti titoli”.

Uscire imbattuti dalla tana dei Blues, insomma, non sarà facile: “Mi hanno parlato della rivalità fra le due squadre, la conosco. Per quanto mi riguarda da tempo non stavo a destra nella difesa a quattro, devo imparare in fretta. Il calcio inglese è uno dei migliori al mondo. Serve allenarsi tanto”.

Infine Isla glissa su un suo possibile ritorno alla Juventus: “La gente parla, però io non ho discusso con nessuno su un mio eventuale rientro a Torino. Non ho parlato con il direttore della Juve da quando sono in Premier né con il tecnico Allegri”.

 

Udineseblog.com

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy