Inter-Juve: riapertura sul calciomercato

Inter-Juve: riapertura sul calciomercato

Segnali di pace. Nella settimana che porta al derby col Milan, l’Inter ha giocato anche il derby d’Italia con la Juventus: non sul campo, ma a livello diplomatico. Ieri in Lega Calcio i presidenti Erick Thohir e Andrea Agnelli hanno avuto un faccia a faccia per rasserenare i rapporti tra…

Segnali di pace. Nella settimana che porta al derby col Milan, l’Inter ha giocato anche il derby d’Italia con la Juventus: non sul campo, ma a livello diplomatico. Ieri in Lega Calcio i presidenti Erick Thohir e Andrea Agnelli hanno avuto un faccia a faccia per rasserenare i rapporti tra i due club, che si erano complicati dopo la telenovela del mancato scambio tra Vucinic e Guarin nello scorso mercato di gennaio. Allora Agnelli aveva reso pubblico un sms inviatogli dall’indonesiano, che non ha affatto gradito la cosa. 

VUCINIC – Ora il discorso può riaprirsi in vista della prossima campagna trasferimenti estiva. La qualificazione in Europa League è dietro l’angolo e a questo punto Thohir è orientato a confermare in panchina mister Mazzarri, anche senza il rinnovo del contratto in scadenza nel 2015. Proprio il tecnico nerazzurro aveva chiesto l’acquisto di Vucinic, un giocatore che gli è sempre piaciuto e che tuttora vorrebbe allenare. 

VICE PALACIO – L’Inter sta cercando sul mercato un centravanti in grado di raccogliere la pesante eredità del Principe argentino Diego Milito (i nomi sono sempre quelli di Dzeko, Torres e Morata), ma ha bisogno anche di una seconda punta da alternare a Palacio, che non può reggere da solo tutta una stagione con le coppe europee. In questo senso torna d’attualità il nome di Mirko Vucinic

 

 

 

GENIO – Il suo connazionale Dejan Savicevic ha commentato: “Quest’anno non è entrato in forma per via di alcuni problemi fisici, ma ha sbagliato a non cambiare squadra. Io al suo posto sarei andato via dalla Juve“. L’addio del monenegrino è solo rimandato a fine stagione, un anno prima della scadenza del suo contratto fissata nel 2015

RANOCCHIA – Nella stessa situazione contrattuale si trova Ranocchia, un difensore da sempre gradito a Conte, che lo conosce bene avendolo già allenato ad Arezzo prima e a Bari poi. Viste le ultime prestazioni convincenti, l’Inter proverà a rinnovargli il contratto, altrimenti dovrà necessariamente venderlo per non rischiare di perderlo a parametro zero l’anno prossimo. 

GUARIN – Invece è da escludere uno scambio con Guarin: il centrocampista colombiano non sarà ceduto alla Juventus, anche se potrebbe comunque lasciare l’Inter per andare all’estero sfruttando l’importante vetrina del Mondiale in Brasile. (GianlucaDiMarzio.com)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy