Il ko di Vucinic obbliga Llorente agli straordinari

Il ko di Vucinic obbliga Llorente agli straordinari

TORINO – La partita contro il Chievo poteva essere la sua occasione, non di dimostrare il suo valore, che in Europa è indiscusso, ma di giocare dopo forse troppo tempo dal 1′. Dopo essere stato al centro di tante chiacchiere durante il recente mercato invernale, Mirko Vucinic si era messo…

TORINO – La partita contro il Chievo poteva essere la sua occasione, non di dimostrare il suo valore, che in Europa è indiscusso, ma di giocare dopo forse troppo tempo dal 1′. Dopo essere stato al centro di tante chiacchiere durante il recente mercato invernale, Mirko Vucinic si era messo nuovamente in discussione e proprio dopo aver visto l’inizio di troppe partite dalla panchina, dopo la consacrazione della coppia Tevez-Llorente, con i clivensi poteva giocarsi una nuova chance. Ma come nelle migliori sceneggiature, il colpo di scena è dietro l’angolo ed ecco che la sorpresa peggiore arriva proprio dal montenegrino, uscito dall’ultimo allenamento con una distorisione al ginocchio destro. Gli esami effettuati dallo staff medico hanno escluso una lesione ai legamenti, ma hanno comunque evidenziato una contusione che lo terrà fuori per un periodo che andrà dalle due alle quattro settimane. Una pessima notizia sia per la Juventus che per lo stesso giocatore che nelle ultime settimane era riuscito ad allontare il dispiacere del mancato passaggio all’Inter e pregustava una maglia da titolare domenica, dopo ben due mesi e mezzo. Nella testa di Antonio Conte, non c’era solo l’idea di cambiare alcune pedine dopo la delusione con il Verona, ma anche di far rifiatare i titolarissimi in vista del tour de force delle prossime settimane (5 partite in due settimane). I dubbi ora ci sono un po’ in tutti i reparti, dalla difesa con l’incognita Barzagli (l’unico titolare per adesso è Bonucci) al centrocampo con Marchisio che dovrebbe sostiuire Pogba (diffidato così come Vidal, quindi in caso di ammonizione potrebbero saltare il derby) e ora come non mai anche in attacco.

 

 

Tevez, nonostante sia il terzo diffidato in squadra, rimane certo di partire dal 1′, chi aveva prenotato invece un posto da spettatore era Llorente, che ora torna in pole position visto l’infortunio di Vucinic e l’influenza non smaltita al meglio da Osvaldo nei giorni passati. (fonte TMW)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy