Icardi: “Non c’è cosa più bella che segnare alla Juventus”

Icardi: “Non c’è cosa più bella che segnare alla Juventus”

Mauro Icardi ci crede. Fresco di titolo di capocannoniere della Serie A in coabitazione con Luca Toni, il centravanti argentino, con Mancini in panchina e un organico rinnovato sul calciomercato vede un’Inter in grado da subito di creare filo da torcere alla Juventus, dominatrice incontrastata delle ultime stagioni in Italia.…

Mauro Icardi ci crede. Fresco di titolo di capocannoniere della Serie A in coabitazione con Luca Toni, il centravanti argentino, con Mancini in panchina e un organico rinnovato sul calciomercato vede un’Inter in grado da subito di creare filo da torcere alla Juventus, dominatrice incontrastata delle ultime stagioni in Italia.

“Con la Juve ogni volta che tocco la palla, va dentro (6 goal in 5 confronti giocati contro i bianconeri, ndr). – ha ricordato l’ex blucerchiato in un’intervista esclusiva al ‘Corriere dello Sport’ – E’ una cosa che mi piace e spero che questo… feeling continui. Non c’è cosa più bella che vedere i nostri tifosi felici per un goal contro la Juventus. Non mi piace fare proclami, lo sapete, ma per il prossimo derby d’Italia spero di segnare per regalare una soddisfazione ai tifosi dell’Inter”.

 

 

“Gli obiettivi? Dobbiamo e possiamo far bene. – ha affermato l’argentino – Riportare l’Inter in alto è quello che vogliamo. Il desiderio di festeggiare nello spogliatoio una grande vittoria lo abbiamo tutti e speriamo che lo Scudetto possa concretizzarsi già quest’anno. I dirigenti stanno costruendo una squadra forte e in grado di tornare subito in Champions: hanno fatto investimenti importanti e hanno cambiato molto rispetto allo scorso anno. Montoya lo conosco dai tempi del Barcellona ed è bravo. Kondogbia non è grosso, ma è alto e in mezzo al campo uno come lui ci darà una bella mano. L’Inter deve tornare ai primi posti”.

 

 

Con i bianconeri si prevedono dei confronti molto agguerriti: “La Juve in queste stagioni ha messo in mostra un grande gioco che l’ha portata a vincere 4 Scudetti. – ha ammesso Icardi – Quelle di Pirlo e Tevez sono due partenze importanti, ma sono stati sostituiti con giocatori di valore. Non so se e quanto il gap si sia ridotto, noi di certo dobbiamo evitare di commettere gli errori del passato: non possiamo più buttare via punti in maniera stupida soprattutto in casa”.

L’eventuale titolo potrebbe portare anche un nuovo tatuaggio: “Se vinciamo lo Scudetto un posto lo trovo”, ha assicurato l’argentino. Secondo Icardi, la crescita della squadra sarà favorita dall’avere alla guida un tecnico esperto e valido come Roberto Mancini: “Mi aiuta molto. – ha rivelato – E’ un grande tecnico, il nostro rapporto è cresciuto con il passare del tempo”. Goal.com

 

Juvenews.eu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy