Giaccherini: “Pentito di aver lasciato al Juve? No””

Giaccherini: “Pentito di aver lasciato al Juve? No””

Domenica sera c’è Cesena-Juventus, match al quale è molto legatoEmanuele Giaccherini, che prima di partire per l’Inghilterra – destinazioneSunderland – ha vestito entrambe le casacche bianconere. Intervistato da La Gazzetta dello Sport, il centrocampista ha parlato del suo trasferimento: “Lasciare una squadra come la Juventus non è mai facile, ma…

Domenica sera c’è Cesena-Juventus, match al quale è molto legatoEmanuele Giaccherini, che prima di partire per l’Inghilterra – destinazioneSunderland – ha vestito entrambe le casacche bianconere.

 

Intervistato da La Gazzetta dello Sport, il centrocampista ha parlato del suo trasferimento: “Lasciare una squadra come la Juventus non è mai facile, ma questo club mi offriva un contratto importante. Quando tornerò in Italia, sarò migliore come uomo e come giocatore. Avrò imparato una lingua, avrò vissuto un’esperienza fondamentale e sarò un calciatore più completo. Non mi sono mai pentito di questa scelta. Non è stato semplice, ho avuto qualche guaio di troppo, ma va bene così. Differenze col calcio italiano? Qui non ti lasciano respirare. Appena ti arriva il pallone, hai un avversario addosso”.

Conte? Arrivare in un club come la Juve e trovare un allenatore come lui è stato fondamentale. Io non sono Cristiano Ronaldo, ma un giocatore che si è costruito la carriera giorno dopo giorno. Lui mi ha aiutato. Mi conosce bene. Ho giocato contro Olanda e Norvegia, poi mi sono rotto la gamba. Il torneo in Brasile è stato il momento più alto della mia storia. Mi sentivo un leone. Poi il Sunderland, un’offerta come quella non si poteva rifiutare”. (europacalcio.it)

 

Juvenews.eu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy