FOCUS – Morata: nella calza rinnovo e Playstation

FOCUS – Morata: nella calza rinnovo e Playstation

FOCUS – Calzettone-mania: Morata viene redarguito da Allegri, non sia mai scambi Torino per Milano, e lo Stadium per una sfilata d’alta moda. “Solo una piccola tirata d’orecchie”, si prostra lo spagnolo ai microfoni in patria, mentre dentro ribolle l’animo madridista, e chissà quale desiderio di pancia e di eros nasconderà mai quel “el Clasico lo gioco alla Play”, di pochi giorni fa. In lontananza Benzema sibila a Valbuena: “Niente sbirri”, e rimane invischiato in un casaccio che rischia di compromettere l’immagine sua, della Nazionale francese in toto, e del Real Madrid. Che vedrebbe una bella pataccona sulla casacca bianca e linda e pinta della squadra del sovrano spagnolo: Florentino riflette, dopotutto Benzema è il suo figlioccio, ma non gradisce, anzi, si preoccupa. E gli viene in mente un nome, di un ex canterano, un madridista che gioca il Clasico alla Play.

RENDIMENTO – Il rendimento di Morata nei 478′ giocati in campionato fa subito balzare agli occhi il suo grado elevato di tristezza ontologica, la sua lontananza dalla porta in favore dei centimetri fino ad ora poco profittevoli di Mandzukic, e i sogni di Playstation: basti pensare che, con 12 partite partite della scorsa Champions, aveva segnato 5 reti. Ora il bottino langue, recita alla requiescat un solo gol, e allo spagnolo si chiede: ma il Real. E lui risponde: “Sto rinnovando con la Juve, sta filando tutto liscio”. Alla fine, come anche per Pogba, al contrario delle cassanate, alla Juve non ci sono soldatini, ma impera sua maestà il libero arbitrio. La gestione dei casi Vidal e Pirlo fa legislatura: chi vuole, vada pure. Raiola lo ha capito, senonché ha capito anche che la cifra la sceglie la Juve, senza grossa flessibilità, dall’altra parte incombe la recompra. Niente cifra stellare, 30 milioni e il Re saluta Morata dal vivo. Peccato che lo spagnolo, con libero arbitrio, pur lontano dalla porta, pure gestito alla Coman senza essere andato via alla Coman, pare stia scegliendo Torino, la Juve, il progetto, lo Stadium. Tutto un popolo intero: con buona pace del calzettone, delle sirene di gennaio, della calza, del Clasico, che, comunque, può sempre giocare alla Playstation.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy